Ultimo aggiornamento: sabato 14 dicembre 2019 19:30

Pari di rigore: Mancosu risponde a Dybala, la Juve frena in Salento

26.10.2019 | 17:05

Impresa totale per il Lecce di Fabio Liverani. I giallorossi, in un ‘Via del Mare’ stracolmo, fermano la Juve sul pari, facendo impazzire l’intero Salento e regalando all’Inter la possibilità di tornare in vetta in caso di vittoria sul Parma alle 18.

I ragazzi di Sarri dominano nel primo tempo, pur privi di Cristiano Ronaldo: Higuain manda avanti la Juve a metà frazione, ma Valeri col VAR giustamente annulla per posizione irregolare del centravanti argentino. A salire in cattedra, allora, è Paulo Dybala. L’argentino ci prova con un paio di conclusioni, senza però trovare la gioia della rete anche grazie ad un paio di parate pazzesche di Gabriel.

Nella ripresa, però, la gara si sblocca: Petriccione ferma irregolarmente Pjanic in area di rigore. Dal dischetto Dybala, stavolta, fredda Gabriel per il gol che sembra indirizzare la gara verso Torino. Nulla di più sbagliato: nemmeno 360 secondi dopo De Ligt tocca il pallone con il braccio nei propri sedici metri. È ancora penalty, è ancora Mancosu dal dischetto, è ancora pari in Salento.

La Juve deve ricostruire il vantaggio e ci prova con Bernardeschi poco dopo l’1-1: l’ex Fiorentina salta anche Gabriel in azione personale ma calcia sul palo. L’ultima mezzora di gioco vede la Sarri band riversarsi in avanti, con Bonucci ed Higuain a rappresentare i pericoli maggiori, ma senza graffiare la partita.

Stop salentino, dunque, per la Juventus, fermata da un Lecce generoso e voglioso di regalare ai quasi 30mila del Via del Mare una giornata storica. Impresa riuscita: gode il Salento e, fra i salentini, gode anche Antonio Conte che, alle 18, ha l’opportunità di scavalcare Sarri in testa al campionato.

Foto: Twitter Juventus