Ultimo aggiornamento: mercoledi' 05 maggio 2021 09:56

In nome della notizia

03.06.2016 | 12:00

Sono un po’ pigro e vivo al telefono. Da mesi pensavo a un nuovo sito da mettere a vostra  completa disposizione, aggiornato e tecnologicamente giusto. Ci pensavo e ripensavo, poi sapete come funziona: certe volte il tempo divora le cose che vorresti fare, anche come priorità. Se vivi al telefono – mattina, pomeriggio e sera – rinvii sempre a domani ciò che dovresti fare oggi. Ma poi arriva il momento di dare la precedenza a certe cose, altrimenti che priorità sarebbe?
Questo nuovo sito è uno strumento che spero possa avvicinarmi sempre più a voi. Il passaparola è sempre lo stesso: privilegio alla Notizia con la “enne” rigorosamente maiuscola. La Notizia che arriva all’improvviso, soprattutto in questi tre mesi estivi che si annunciano infuocatissimi più del prossimo Ferragosto al solleone. La Notizia non ha categoria: penso sempre che un colpo del Benevento sia importante come quello del Real, semplicemente perché per quei tifosi il nuovo centravanti equivale al rinnovo di contratto di Messi o Cristiano Ronaldo. La nostra caratteristica è quella di non fare sconti o distinzioni: la Notizia ha sempre lo stesso calore e colore. A maggior ragione dopo averla verificata prima di darla in pasto alla gente. Dopo 18 anni di quotidiano, la vita è cambiata, i ritmi sono frenetici, devi verificare in trenta seconda, prima potevi farlo in cinque ore, magari potevi allungarti per mezza giornata perché sapevi che avevi una concorrenza meno spietata. E soprattutto mezzi più diesel, affascinanti ma diesel. Ora vince il web, spopola internet, impera il mondo on line, con tutto il rispetto per le edicole.
Non esiste cosa più appassionante che andare in diretta con l’adrenalina della Notizia, con il cellulare che gracchia sempre e comunque, scaricando sms come se fossero cornetti caldi sfornati dalla pasticceria più prelibata sotto casa tua. Non esiste brivido superiore di una Notizia che dai in diretta e che viene rilanciata on line. E viceversa. Da quel momento nasce un altro brivido: quello del vostro coinvolgimento social, non finirò mai di ringraziare il popolo enorme che mi segue senza soluzione di continuità. E anche se ogni tanto vi incazzate, il termine è quello giusto, so che avete memorizzato un concetto: le trattative possono anche non andare in porto, però mai illuderemo o prenderemo in giro chi pretende il rispetto totale e la massima autorevolezza delle fonte. Che non è un bicchiere d’acqua da mandare giù, ma l’assoluto controllo delle indiscrezioni che portano alla famosa Notizia.
Vorrei considerare questo sito un Ponte in grado di collegarmi con voi, ovunque siate. Con l’arricchimento video necessario perché – in piena tecnologia – ci sono giorni che cambiano repentinamente con qualcosa da documentare, da segnalare, da regalare alla vostra voglia di approfondimento.
Prevale un solo auspicio: che questo sito rafforzi la nostra amicizia, la complicità in un mondo – quello del calciomercato – che autorizza i sogni, spesso li realizza, ma senza prenderci troppo sul serio. Il famoso Ponte aperto a tutti, con il rispetto sacro e perenne della Notizia. La nostra e vostra amica Notizia. Il resto lo farete voi, da sempre in marcia con la fantasia.