Ultimo aggiornamento: martedi' 11 agosto 2020 21:12

Nedved: “Nel 2009 Mourinho mi chiamò. Lo avrei raggiunto ovunque, ma non all’Inter”

03.05.2020 | 15:00

Intervistato da Tuttosport, Pavel Nedved ha raccontato un interessante aneddoto sul suo passato: “Era la primavera del 2009, il telefono della bandiera juventina squillò: “Ciao Pavel, sono José. José Mourinho”, che ai tempi era proprio l’allenatore dei nerazzurri. “Pavel, non puoi smettere – si legge nel virgolettato del quotidiano torinese -. È uno spreco. Hai ancora tanto da dare al calcio e hai ancora da prendere. Mi piacerebbe che venissi da me all’Inter, vogliamo vincere la Champions. Che ne pensi?” José sapeva che ero terribilmente attratto dalla Champions perché non l’avevo mai vinta, ma il suo piano non funzionò – spiega infatti Nedved – Non potevamo essere compatibili. Lo avrei raggiunto in qualsiasi altra squadra del mondo ma all’Inter no, non avrei potuto farlo.”

 

Foto: profilo Twitter ufficiale Juventus FC