Milan logo

Mercato Milan: Castillejo per Bacca in rampa di lancio. Come nasce la pista Laxalt

Il mercato del Milan è stato molto proficuo negli ultimi giorni e comprenderà ancora qualcosa. Bacca si è allenato a Milanello ma sta per salutare, destinazione Villarreal. Tornare al “Sottomarino Giallo” era la sua priorità, per questo motivo ha detto no a diverse proposte, quella più pressante dello Sporting Clube. Il desiderio del colombiano sta per essere esaudito, anche Castillejo aspetta il via libera per un’operazione complessiva sotto i 20 milioni. Vi avevamo raccontato che Leonardo avrebbe avuto “fame”, il nome di Castillejo era già emerso la scorsa settimana, ora si va verso una rapida conclusione. Il Milan ha cullato sogni impossibili, tipo Martial, sapendo che per tanti motivi sarebbe stato molto complicato arrivare alla definizione. E poi, all’improvviso, la sorpresa Laxalt: questo discorso è giustificato da una serie di motivi, compresa la necessità di aggiungere un altro potenziale titolare che faccia concorrenza a Rodriguez. Le qualità dell’uruguaiano piacciono molto: corsa, temperamento, predisposizione all’assist e anche qualche gol. Il suo Mondiale è stato da applausi, la valutazione è di 16-17 milioni, sono invece 11 quelli che il club di Preziosi dovrà versare per l’obbligo di riscatto per Lapadula. Il Milan, come raccontato, ha intenzione di aggiungere altri 5-6 milioni per arrivare alla totale quadratura: c’è l’avvallo di tutti, siamo in stato molto avanzato. Il Genoa vorrebbe inserire Bertolacci nella trattativa, ma per ora il Milan frena. La priorità è quella di trovare una soluzione per Montolivo. E questo gioco di incastri ha permesso al Milan di valutare seriamente l’opzione Laxalt (ormai non soltanto più un’opzione) in questa infuocata vigilia di Ferragosto.

 

Archivio: Calciomercato