Ultimo aggiornamento: venerdi' 23 agosto 2019 00:25

Il mercato in campo – Non è mai troppo tardi. Stefano Okaka

22.05.2019 | 22:33

Probabilmente non riuscirà a togliersi l’etichetta del talento sbocciato a metà, la giovane promessa che solo in parte ha mantenuto le grandi aspettative risalenti alla Primavera romanista.

Dopo un lungo girovagare con tante casacche e una continuità di rendimento raggiunta in periodi limitati, la carriera di Stefano Okaka può vivere una fase cruciale in un momento inatteso. A gennaio il passaggio in “famiglia” dal Watford all’Udinese, i friulani hanno vissuto l’ennesima annata tormentata della storia recente e il mercato di riparazione aveva fatto storcere il naso a molti tifosi e addetti ai lavori.

L’operazione Okaka è pertanto avvenuta in un contesto caratterizzato da indifferenza e preoccupazione. L’ex Sampdoria sembrava non possedere quelle doti offensive che mancavano come il pane alla rosa friulana: elevato feeling con il goal, garanzia per continuità di rendimento, capacità di fare di necessità virtù in un’annata iniziata male e proseguita tra mille difficoltà dalla squadra.

Un inizio con il botto, un periodo di fisiologico ambientamento e gestione del momento critico a livello di collettivo. Nel rush finale due doppiette in 180′, consentendo all’Udinese di conquistare sei punti che hanno blindato la salvezza ad una giornata dal termine.

Sarà un’estate impegnativa in casa Udinese, nella quale la dirigenza sarà chiamata a costruire una rosa qualitativamente superiore, un mix di garanzie e talenti, senza eccedere nelle scommesse, andando così incontro ad un destino con minori patemi.

Igor Tudor, alla seconda salvezza consecutiva, pare essersi meritato la conferma. Stesso discorso potrebbe essere fatto per l’attaccante, il quale sta ricevendo amore dalla piazza, contraccambiato con abnegazione e concretezza. L’ex romanista può essere uno dei tasselli dai quali ripartire, facendo ricredere, perchè no, tutti coloro che a torto non lo ritenevano all’altezza di un ruolo da protagonista.

Diego Anelli Direttore www.sampdorianews.net