News
mazzone Twitter Serie B

Mazzone: “Guardiola, Totti e Baggio come figli. Da allenatore ho dato tutto me stesso”

Carlo Mazzone ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport. L’ex allenatore ha avuto modo di parlare di Pep Guardiola, uno dei suoi allievi: “Qualche giorno fa ha parlato benissimo di me. Mi sono commosso. Per me Pep è come un figlio, seguo le sue partite in tv, faccio il tifo per lui: una persona rispettosa e meravigliosa che ha segnato la mia vita e la carriera”. Poi racconta della chiamata del tecnico prima della finale di Champions League del suo Barcellona contro il Manchester United: “Squillò il telefono, andò a rispondere mio nipote. “Nonno, c’è Guardiola al telefono”. Io sbuffo, prendo la cornetta: “Pronto, chi è?”. E lui: “Mister, sono Pep”. “Sì, e io sono Garibaldi”. I miei amici di Ascoli mi fanno spesso degli scherzi, pensavo fossero loro. “No, mister, sono davvero Pep. Volevo invitarla alla finale”. “Pep, ma tu tra quattro giorni giochi la finale di Champions e pensi a me?”. “Sì, mister: penso a lei e la voglio in tribuna”. Ci andai. E lui vinse“.

Poi su Francesco Totti e Roberto Baggio: “Anche Totti è come un figlio. Ho letto quello che ha scritto di me sul suo libro e mi sono venuti i brividi. Baggio era come Francesco: rispettoso, un grande uomo dentro e fuori dal campo. Se avessi potuto farli giocare insieme, avrei perso meno capelli. Quando li sento sono felice“. E adesso: “Io sono sereno, mi godo la vita e i nipoti. Per me allenare era una grande passione; rendere felici i tifosi era una missione. Ho dato tutto me stesso, è stata una bellissima avventura“.

 

Foto: Twitter Lega B

Archivio: News