Ultimo aggiornamento: mercoledi' 11 dicembre 2019 14:33

Marotta: “Conte una mia idea, ci darà soddisfazioni. Icardi-Juve? Al momento non ci sono le condizioni”

07.07.2019 | 16:43

Nel corso della conferenza stampa di Antonio Conte, è intervenuto anche l’amministratore delegato dell’Inter, Giuseppe Marotta, parlando soprattutto della scelta del nuovo tecnico e del mercato dei nerazzurri. “Siamo usciti dal settlement agreement, prova di come la proprietà punti in altro per garantire stabilità. Ora ripartiamo con una nuova avventura. Conte ha dimostrato da tecnico della Juventus, del Chelsea e della Nazionale, incarna i valori che vogliamo dare alla nostra società. C’è un museo che racconta il palmares conquistato da questo club grazie alla cultura della vittoria e della voglia di andare oltre. L’idea di prendere Conte è nata dalla necessità di un profilo vincente, senza nulla togliere a chi c’era prima. Abbiamo interpellato solo lui e nessun altro. C’è stato un incontro formale al quale abbiamo dato seguito perché c’è stata condivisione con Ausilio, Antonello ed il presidente”.

Mercato? Siamo in una fase di lavori in corso, stiamo lavorando per cercare di allestire una squadra competitiva, ma bisogna costruire una squadra forte tenendo anche conto della situazione economica. Stiamo provando a cogliere delle opportunità per andare incontro alle esigenze di Conte. Sappiamo che è un mercato difficile, abbiamo le idee chiare ma serve pazienza. Icardi e Nainggolan? Una scelta sofferta, ma fatta tutti insieme per il bene dell’Inter e nel rispetto dei due professionisti. Non intendiamo depauperare questo patrimonio, ci sono dei doveri ai quali non verremo meno. Icardi alla Juventus? In questo momento lo escludo, non ci sono le minime intenzioni, al momento dei bianconeri non si vede nemmeno l’ombra. Se dovesse rimanere all’Inter? In caso ne parleremo, ma al momento abbiamo una visione più ottimistica. Scambio con Dybala? Al momento è utopia. Conosco le qualità di Paulo, ma da qui a parlare di scambio è difficile. Il mercato, però, è aperto”.

Barella? Ogni società agisce da venditrice e può fare il prezzo che vuole, ma il compratore ha lo stesso diritto di stabilire l’equità e il valore del giocatore. Sono cose che fanno parte delle negoziazioni e del calciomercato, anche in questo caso ci vuole pazienza. Dzeko? Il giocatore ha espresso la sua volontà, è un obiettivo, ma in ogni caso non deve mancare il rispetto nei confronti del club. Siamo in una fase interlocutoria”.

Foto Youtube Inter