Ultimo aggiornamento: martedi' 25 giugno 2019 18:29

Maran: “Ci abbiamo sempre creduto, vittoria meritata. Pellegrini? Aveva i segni dei tacchetti sul ginocchio…”

16.02.2019 | 20:55

Rolando Maran, allenatore del Cagliari, ha parlato dopo il successo sul Parma per 2-1 ai microfoni di Sky Sport: “Oggi, nel momento in cui tutto sembrava diventato più difficile, col gol loro al primo tiro e l’infortunio, siamo rimasti lucidi e siamo andati a prenderci questa vittoria, meritata perché ci abbiamo provato dall’inizio alla fine contro una squadra che fuori casa è difficile da affrontare. I ragazzi hanno tirato fuori una prova di grande cuore mettendo in campo una gran prestazione quando non era semplice esser così lucidi. Ci tenevo tanto e sono felice per loro, era un momento molto difficile. Il gol di Kucka? Sembrava un film già visto, al primo tiro, al primo episodio negativo, al primo infortunio vai sotto, al pronti e via. Invece c’è stata la forza di reagire, andando a cercare per tutta la gara questa vittoria che, ripeto, meritavamo e che serviva per il morale di questa squadra. Luca Pellegrini come sta? Aveva i segni di due tacchetti su un ginocchio, ma non dovrebbe essere nulla di grave. È stata una partita molto tesa dal punto di vista morale, aver raggiunto la vittoria a pochi minuti dalla fine ha messo tanto pathos in tutti quanti. Ma c’è stata grande volontà di intenti, la voglia di uscirne tutti insieme. Oggi abbiamo messo il primo mattoncino. Quello di Milano non era il nostro modo di affrontare le partite. Ci sono state tante difficoltà ma dobbiamo insistere sulla nostra maniera di affrontare un match. Nonostante il morale sottoterra all’intervallo, ho detto ai miei che dovevano continuare a fare quello che sapevano fare. E così è stato. Srna e Bradaric fuori? Nell’arco di un campionato tutti i giocatori attraversano delle fasi di alti e bassi. Al momento ho preferito altri giocatori perché bisogna trovare chi può dare una grandissima prestazione. Questo non vuol dire che non possono farlo loro due perché ci sono stati utili, sono molto seri, lavorano in maniera encomiabile. Sono solo momenti in cui un allenatore fa scelte diverse ma ci serviranno molto da qui alla fine. Pavoletti? Ha questa capacità di attaccare la porta con una cattiveria incredibile. Però si somigliano molto. Per una squadra averli al proprio servizio è tanta roba”.

Foto: Cagliari Twitter