Mancini training Nazionale Twitter

Mancini: “Tra 4 anni saremo al top, Donnarumma e Perin devono giocare. Lazzari, Balo e Buffon…”

Roberto Mancini, commissario tecnico della Nazionale azzurra, ha parlato toccando vari argomenti ai microfoni di Radio Anch’io Sport su Radio Rai Uno: “L’inizio del Mondiale? Sono le prime partite e tutte le grandi squadre hanno incontrato difficoltà. Mi pare abbastanza normale per la prima giornata. Italia al livello delle squadre presenti al Mondiale? Tra quattro anni spero proprio di sì, abbiamo un po’ di tempo per mettere a punto una squadra che possa fare bene e andare all’Europeo. Credo che in 4 anni una squadra possa migliorare tanto. Portiere titolare? Io spero che i miei portieri siano tutti titolari, anche Donnarumma e Perin. Io sono sicuro che giocheranno nei propri club. Li ho alternati per conoscerli meglio. Un conto è vederli da fuori e un conto è vederli in campo. Possibili novità a settembre per l’Italia? Nelle ultime convocazioni mancavano almeno 5-6 giocatori per infortunio che verranno chiamati. La speranza è quella che il campionato ci dia qualche novità importante. Se ci sarà, noi saremo ben felici di accoglierla. Il campionato italiano, all’improvviso può far nascere dei campioni. Barella e Cutrone potrebbero essere chiamati per vederli dal vivo. Spazio per i veterani? Chi in quel momento starà bene e giocherà bene, non vedo perché no. I giocatori esperti aiutano anche questa Nazionale che è giovane. Per certe partite ci vorranno sicuramente. Italia sfavorita in Nations League? Io penso sempre abbastanza positivo e non penso questo. Non penso che siamo inferiori al Portogallo e alla Polonia. Se noi lavoreremo bene potremo fare meglio. Il Portogallo ha un attaccante che vince le partite da solo, ma dovremo fare attenzione. Cosa avrei fatto per non perdere i Mondiali? Questo è il nostro lavoro, quando le cose vanno male è sempre colpa dell’allenatore. Non penso che sia andata così con Ventura. Non penso abbia tutte le colpe, in campo ci sono andati i calciatori. Dovremo rimboccarci le maniche. Lazzari della Spal? E’ un ottimo giocatore e lo seguiremo come tanti altri calciatori giovani. Vediamo con l’inizio del campionato, cosa potremmo fare. Balotelli? Spero che trovi squadra quanto prima. Mario ha delle qualità, dipenderà da lui. Deve essere lui a sfruttare le occasioni che avrà a disposizione. Possesso palla o verticalità? Dobbiamo essere in grado di fare tutto, sia di fare possesso che di andare in verticale. Dovremo cercare di far tutto. Noi siamo italiani e non abbiamo lo stesso gioco dei brasiliani o degli spagnoli. Buffon di nuovo titolare a settembre? Non avremo grandi problemi con i portieri, in tutti i sensi. I ragazzi sono tutti bravi e ho un altro paio di portieri in mente. Noi prendiamo in esame tutti i giocatori che giocano e giocano bene. Dobbiamo pensare però anche al futuro. Come sto lavorando in vista delle sfide di Nations League? Stiamo già guardando da vicino le avversarie e dove possiamo migliorare nel nostro stile di gioco. Dobbiamo fare in fretta e mettere in piedi una nazionale competitiva. Giocatori interessanti dalla Serie B da convocare? Prendiamo in esame tutti, ma chiaramente per giocare in Nazionale servono certe qualità. Speriamo che l’Italia possa tornare a esprimere il meglio del calcio come ha sempre fatto. Il Var? Penso che abbia migliorato il calcio e che abbia risolto molti problemi. Si può ancora migliorare. Io non ero molto positivo all’inizio, ma mi pare che di problemi ne abbia risolti abbastanza. Quale squadra vorrei vedere vincere il Mondiale? Io penso che possa vincerlo il Brasile, è una squadra quadrata, tecnica e veloce. Però poi dopo è anche difficile dirlo. Il primo turno non dimostra niente. Occorrerà vedere dopo il primo turno chi riuscirà a passare alla fase finale. Credo che tutte le squadre favorite alla fine passeranno i rispettivi gironi. Ronaldo, Messi e Neymar? Il brasiliano era alla prima partita importante dopo l’infortunio. Ronaldo è in forma strepitosa. Messi è difficile giudicarlo negativamente. Ha creato occasioni e farà parte del trio che potrebbe decidere il Mondiale. Dare spazio a chi ha più voglia di giocare a calcio rispetto a calciatori come Cassano e Balotelli? Cercheremo di fare del nostro meglio, cercando di mettere insieme la miglior Nazionale possibile. Futuro da allenatore alla Sampdoria? Chi lo sa?! Io ho giocato tanto alla Samp, scrivendo un pezzo di storia. Per tornarsi un giorno bisogna essere in grado di far bene per non sciupare quanto di bello abbiamo fatto insieme quando giocavo. Speriamo che nascano altri grandi calciatori italiani perché credo che l’Italia sia il posto giusto per questo. Verratti? E’ un bravissimo giocatore, ha qualità ed esperienza internazionale. Giocherà come gioca a Parigi. Ancelotti al Napoli? E’ un grande allenatore e ha vinto ovunque. Il Napoli è una squadra molto forte, credo che possa fare bene. Il suo obiettivo è quello di vincere, col Napoli che è stato sfortunato negli ultimi anni giocando grandi campionati”.

Foto: vivoazzurro

Archivio: Altro