Ultimo aggiornamento: venerdi' 04 dicembre 2020 18:26

MAMMA LI TURCHI: YAZICI MISTER TRIPLETTA

07.11.2020 | 12:00

Il Milan giovedì sera ha beccato la prima sconfitta stagionale. Un ko nel girone di Europa League davvero sanguinoso, un 3-0 a San Siro contro i francesi del Lille che ora comandano il girone. Una sconfitta frutto di una serata storta, dopo mesi di ottimi risultati in casa rossonera.

Autentico mattatore della serata è stato Yusuf Yazici. L’attaccate turco, 23 anni, con una tripletta, ha steso gli uomini di Pioli. Classe 1997, Yazici, dopo anni di promesse, ha finalmente dimostrato le sue qualità. E per lui non si tratta della prima tripletta europea. Già aveva steso lo Sparta Praga nella prima giornata, due settimane fa.

Mancino di piede, Yazici milita nel Lille dal 2019. I transalpini lo hanno prelevato dal Trabzonspor nel 2019, ma l’estate precedente, il turco è stato molto vicino a giocare in Serie A. Infatti Yazici poteva vestire prima la maglia del Cagliari – correva l’estate 2018 – e poi quella della Lazio. Alla fine, però, sia gli isolani che i capitolini hanno desistito (Lazio che ha pescato in Turchia in estate con Mariqi, preso dal Fenerbahce). Trasferimento non perfezionato perchè il Trabzonspor chiedeva numeri alti per il giocatore. Numeri alti nonostante lo score del turco non fosse così entusiasmante: 20 i gol in 87 presenze, numeri discreti, ma non eccezionali.

Nell’estate 2019 il passaggio al Lille quindi, che invece 17.5 milioni per lui. E i numeri, fino a ieri sera, davano anche torno ai francesi. Yazici infatti aveva totalizzato solo 27 presenze segnando 5 gol con i francesi. Insomma, l’investimento fatto non era ancora stato ripagato, almeno fino a ieri sera. Questo, anche perchè, il turco era chiuso anche da altri talenti: Rafael Leao, Osimhen, Pepè. Con la cessione di tutti questi, ora ha maggiore spazio.

Il turco ha deciso di mostrare le qualità nascoste in 90 minuti a San Siro per il terzo turno di Europa League: il calciatore ha mostrato il meglio del proprio repertorio salendo alla ribalta delle cronache con tre gol che gli hanno consentito non solo di essere l’indiscusso MVP del match ma anche di regalarsi la palla della partita. La conferma, quindi, che la tripletta allo Sparta Praga, non fosse un caso.

Nato a Trabzon il 29 gennaio 1997, Yazici è un prodotto del settore giovanile del Trabzonspor dove muove i primi passi e si fa conoscere, tanto da guadagnarsi il confronto con Mesut Ozil per qualità e caratteristiche. Nel 2017 aveva conquistato anche la nazionale turca, con cui ha esordito l’11 giugno 2017 contro il Kosovo, nelle qualificazioni mondiali. Mancino dalle spiccate doti offensive ama partire dalla trequarti destra per accentrarsi, al fine di suggerire l’assist o provare la conclusione anche da lunga distanza. Tiro da fuori che ha dimostrato proprio contro il Milan quanto possa essere letale.

Dopo anni, quindi, il talento di Yazici è stato scoperto e il Lille si gode un successo prestigioso e vede ripagata la fiducia e i milioni versati nelle casse del Trabzonspor un anno e mezzo fa.

Foto: Twitter Lille