Ultimo aggiornamento: sabato 11 luglio 2020 19:12

L’Inter e le fasce: dopo il colpo Hakimi, pausa di riflessione per la corsia sinistra

30.06.2020 | 23:30

L’Inter si è regalata il colpo Hakimi, arrivato in mattinata a Milano per le visite e la firma sul contratto, in attesa dei comunicati ufficiali. Una grande operazione, quella del club nerazzurro, che si assicura uno dei migliori interpreti al mondo nel suo ruolo. L’Inter svolta così in modo assoluto rafforzando una delle zone del campo più importanti, quasi fondamentali, del gioco di Conte. E non è un caso che proprio le fasce siano la priorità assoluta del tecnico nerazzurro in vista della prossima stagione. Ma ora, dopo il grande colpo Hakimi che va a sistemare la corsia destra, l’Inter vuole concedersi una pausa di riflessione per quanto riguarda la fascia sinistra. Il club nerazzurro aspetta la decisione di Alaba, in scadenza nel 2021, sul quale il Bayern è in pressing per il rinnovo. A Conte piace da tempo Emerson Palmieri, ma c’è anche la Juve che aveva provato a regalarlo a Sarri già la scorsa estate. In attesa delle decisioni del Chelsea, che ha in rosa anche Marcos Alonso, altro nome in orbita nerazzurra. Sul taccuino dell’Inter c’è da tempo anche Benjamin Mendy, in scadenza nel 2023, che però difficilmente il Manchester City lascerà partire. Senza dimenticare Fares, che piace a Fiorentina e Toro, e che potrebbe essere una valida alternativa nelle rotazioni sulla corsia mancina di Conte (ricordiamo che i nerazzurri lo avevano praticamente acquistato per 12 milioni prima del grave infortunio). Ora, però, dopo aver abbracciato Hakimi, un investimento oneroso, l’Inter si prenderà una pausa di riflessione e valuterà con calma le prossime mosse per rafforzare la fascia sinistra.

 

Foto: Twitter ufficiale Borussia Dortmund