TURIN, ITALY - MAY 18:  Giuseppe Marotta during Juventus J1897 Day at Allianz Stadium on May 18, 2018 in Turin, Italy.  (Photo by Filippo Alfero - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

L’indiscrezione: Marotta, i saluti con la Juve e l’Inter pronta. Gravina…

I contatti tra Beppe Marotta e l’Inter sono andati avanti senza soluzione di continuità, dalla sera del 2 ottobre quando ve lo abbiamo anticipato con una certa forza. Ora è uva trattativa considerata possibile o in dirittura anche per chi aveva negato la semplice esistenza. Le parole di Moratti, ribadite più volte, erano un’investitura, come minimo una certificazione. Che l’Inter sia stata fortemente interessata ormai è un segreto di Pulcinella; la figura del doppio amministratore delegato non sarebbe/sarà  un problema e non esisterebbe/esisterà  alcun conflitto con Piero Ausilio che ha dimostrato di saperci lavorare con autonomia e profitto. La proposta di Gravina era destinata a restare tale, lo stesso neo-presidente Figc aveva intuito da giorni e giorni che sarebbe stato inutile insistere. Il passaggio fondamentale è stato il morbido epilogo con la Juve dopo i ringraziamenti delle ultime ore di Agnelli per risolvere il contratto e per respingere qualsiasi eventuale veto da parte del club bianconero di andare in una concorrente così rivale come l’Inter. Non sono previsti intoppi o problemi. Bisognava far quadrare tutti i discorsi e anche tutti i… conti, per questo motivo Marotta ha aspettato con pazienza. Intenzionato a rispettare quanto aveva dichiarato dopo Juve-Napoli dando l’annuncio dell’addio ai bianconeri e manifestando il desiderio di andare in un grande club piuttosto che in Figc. La strada è questa, ci sono stati incontri blindati e dialoghi costruttivi. Ora serve l’ultimo e decisivo passaggio, in pratica le cose formali prima con la Juve e poi con l’Inter. Da oggi…

Foto: sito ufficiale Juventus

Archivio: Altro