Modric Croazia Foto thenational

L’indiscrezione: Inter: no a Barrios, freddezza su Lobotka, scartato Rabiot. E Modric da lunedì…

Alcuni nomi accostati all’Inter escono velocemente dalla lista e forse non sono mai entrati. Ci riferiamo soprattutto a Wilmar Barrios, centrocampista centrale classe 1993 in forza al Boca. Stiamo parlando di un colombiano che costringerebbe a utilizzare lo slot da extracomunitario: all’Inter è stato proposto, ma l’Inter lo ha scartato. C’è freddezza nei riguardi di Lobotka, poca voglia di approfondire. Scartato Rabiot perché bisognerebbe scalare la montagna Psg e perché tatticamente non è l’ideale per Spalletti. Teniamo Paredes che l’allenatore conosce bene e che apprezza molto, ma oggi resta defilato. Se non ci saranno sviluppi prima, difficile, da lunedì l’Inter entrerà nel vivo della vicenda Modric. Sul costo ribadiamo quanto raccontato: l’Inter è pronta a chiudere, ma soltanto quando e se memorizzerà un’apertura totale da parte del Real. L’Inter non ha avuto certezze fin qui di una rottura che sarebbe avallata da Florentino Perez, ma se la augura vivamente perché così è stato consigliato. E oggi preferisce aspettare con grande realismo, pronta ad intervenire. L’Inter non ha scartato Vidal perché ha la sicurezza di acciuffare il croato, ma soltanto perché le sue attuali condizioni fisiche richiedono tempo per arrivare al top. Ma anche, proprio alla luce delle suddette perplessità, per tenere libero uno slot da extracomunitario. Mantenendo intatta l’attesa per le prossime evoluzioni legate a Modric.

Foto: thenational

Archivio: Altro