Lecce logo

Lecce, Chiricò incanta e convince. Quando una società va oltre le chiacchiere…

Il Lecce e Cosimo Chiricò, nuovamente insieme a distanza di 6 anni. Il fantasista brindisino, a tutti gli effetti il primo colpo del club giallorosso dopo la promozione in Serie B (accordo raggiunto il 2 maggio e contratto fino al 2021), ha subito diviso in due fazioni la tifoseria. Reazione prevedibile, scontata. Si tratta di una storia lunga, forse fin troppo lunga, che ormai appartiene al passato. Non a caso la società salentina, andando oltre le chiacchiere, ha deciso di fare una scelta netta servendosi della massima razionalità: confermare il talentuoso classe 1991. Domani, infatti, è in programma la presentazione ufficiale alla stampa. Un dettaglio, un passaggio determinante che scaccia via quasi tutti i dubbi sulla sua permanenza (salvo colpi di scena). Probabilmente il chiarimento avuto prima del ritiro precampionato, l’abnegazione dimostrata durante gli allenamenti e le convincenti prestazioni sfoderate nelle varie amichevoli, hanno fatto la differenza pesando non poco sulla decisione finale. Ora il Lecce ha scelto, con l’avallo di Fabio Liverani che, sin da subito, ha speso parole importanti nei confronti dell’ex Cesena. Il tecnico l’ha osservato attentamente da vicino, ha analizzato la situazione e successivamente ha comunicato di non voler rinunciare all’estro e all’imprevedibilità di Mino. Le polemiche, attenzione, non si placheranno all’improvviso e tutte le parti, d’ora in poi, dovranno dimostrare di avere polso e tanta pazienza. A parlare, com’è giusto che sia, sarà il rettangolo verde. Luogo ideale, palcoscenico perfetto e terreno fertile per le doti tecniche di Chiricò. Il Lecce, intanto, ha dimostrato ancora una volta di essere una società che ha le idee chiare, per il presente e per il futuro.

Luigi D’Ambrosio

Archivio: Calciomercato