Ultimo aggiornamento: martedi' 16 luglio 2019 18:25

LA PRIMA LIGA NON SI SCORDA MAI: BORJA IGLESIAS, IL BOMBER DELL’ESPANYOL

06.05.2019 | 15:00

Una stagione tuttavia positiva per l’Espanyol che a due giornata dal termine ha la possibilità di migliorare il bottino di punti fatto nella passata stagione. Il giocatore che più di tutti ha permesso questo è Borja Iglesias, attaccante spagnolo arrivato in estate dal Celta Vigo per 10 milioni di euro. Alla sua prima stagione in Liga il classe ’93 sta facendo registrare ottimi numeri con 15 gol in campionato e 3 in Copa del Rey. La cessione di Gerard Moreno al Villareal sembrava difficile da colmare, ma l’attaccante di Santiago ci sta riuscendo con ottimi risultati.

Borja Iglesias nasce il 17 gennaio 1993 a Santiago di Compostela, in Spagna. Cresciuto calcisticamente nelle giovanili di Valencia, Roda e Villareal approda nel semiprofessionismo nella stagione 2012-13 con la terza squadra del Villareal. Una stagione positiva visto gli 11 gol in 29 apparizioni. Il Celta Vigo gli mette gli occhi addosso e lo porta nella seconda squadra. Anche qui il fiuto del gol del Panda (soprannome acquisito di recente) si fa vedere fin da subito, ma con il passare delle stagioni i suoi numeri lo portano al salto nella Serie B spagnola. Con il Real Saragozza vive un campionato ricco di emozioni, 39 presenze e 22 gol. Alla fine del prestito torna al Celta Vigo ma la clausola rescissoria di appena 10 milioni ingolosisce l’Espanyol, deciso ad investire sul galiziano. Il passaggio di Gerard Moreno al Villareal priva l’Espanyol di un attaccante in grado di segnare 16 gol in campionato e 3 in Copa del Rey. ma l’acquisto di Borja Iglesias fa dimenticare presto l’attaccante catalano. Il bottino alla sua prima stagione lo vede ad un solo gol di distanza da Moreno e nelle due partite che mancano al termine della Liga, l’obiettivo sarà proprio quello di superarlo. Con la maglia dell’Espanyol non sono molti i giocatori a raggiungere quota 15 reti in una sola stagione, con il record di 22 segnature detenuto da José Juncosa, nella stagione 1942-43. Nell’ultimo turno di campionato si è tolto la soddisfazione di realizzare una doppietta all’Atletico Madrid di Diego Simeone, la sua seconda in tutta la Liga.

Borja Iglesias è una punta centrale di piede destro. Dotato di una buona tecnica di base, fa della forza fisica la sua arma migliore. E’ un vero e proprio rapace d’aria di rigore, bravo a farsi trovare sempre pronta alla battuta. Il suo raggio d’azione però non si limita agli ultimi 30 metri, anche se è lì che si accende maggiormente, perché lo spagnolo sfrutta la sue doti fisiche per far venire incontro alla manovra ed essere il ‘parafulmini’ nei momenti di difficoltà. Possiede una discreta accelerazione palla al piede, sa collezionare buoni assist per i compagni. Bravo anche nei colpi di testa non disdegna la soluzione dalla distanza.

Foto: El Confidencial.com