Ultimo aggiornamento: mercoledi' 03 marzo 2021 15:10

Klopp duro sul Boxing Day: “Giocare il 26 e il 28 dicembre è un crimine, ma qui non ci ascolta nessuno”

26.12.2019 | 10:47

L’Europa del pallone si ferma per lasciar spazio alle festività natalizie. Ma c’è chi continua a giocare. In Inghilterra i campionati non si stoppano e ormai la tradizione del Boxing Day è diventata consuetudine. Il 26 dicembre tutti in campo in Premier League, ma c’è chi a quest’usanza ancora non si è abituata. L’allenatore del Liverpool, Jurgen Klopp, ha infatti affermato alla vigilia del match contro il Leicester: “Nessun allenatore ha problemi a giocare a Santo Stefano, ma giocare il 26 e il 28 dicembre è un crimine. Nessuno è d’accordo, ma va ancora così“.

Le critiche

“Quest’anno giochiamo il 26 e il 29 e ci sembra quasi di essere in vacanza. E capisco tutti quelli che stanno dicendo che non dovrebbe accadere. Naturalmente noi possiamo dire quello che vogliamo, ma non ci ascolta nessuno. Ogni anno per noi allenatori è la stessa storia, 26 e 28 dicembre. E la scienza sportiva non ti dà alcun modo di affrontare questa situazione. Il corpo ha bisogno di un determinato periodo prima di poter ripartire, questa sì che è scienza. Ma noi questo lo ignoriamo”.

Foto: Twitter Liverpool