Ultimo aggiornamento: domenica 28 febbraio 2021 00:19

Juve, bicchiere mezzo pieno: il risultato con il Porto è il migliore dell’andata degli ottavi da quando c’è Ronaldo

18.02.2021 | 13:30

All’indomani del ko con il Porto, in casa Juventus ovviamente è iniziato un piccolo processo per analizzare le cause dell’ennesimo scivolone in Champions, ennesima sconfitta all’andata degli ottavi di finale della competizione.

Da quando nell’estate 2018 c’è Cristiano Ronaldo in bianconero, la Juventus ha perso 3 volte su 3 nella gara di andata degli ottavi di finale.

Il primo incrocio fu nel 2019, con l’Atletico Madrid, con la Juve che perse 2-0 all’andata al Wanda Metropolitano, per poi ribaltare tutto a Torino vincendo 3-0, ed approdare ai quarti, dove poi fu eliminata a sorpresa dall’Ajax. L’anno scorso, con il Lione, altra sconfitta senza segnare, 1-0 in Francia, poi ci fu il lockdown, lo stop ai campionati e la ripresa in estate, e ad agosto, nonostante il successo per 2-1, arrivò l’eliminazione.

Guardando dunque al bicchiere mezzo pieno, il risultato di Oporto è il migliore da 3 anni a questa parte, grazie al gol di Chiesa che nel finale ha reso meno amara la sconfitta dei bianconeri, anzi tiene apertissimi i discorsi qualificazione.

Per ritrovare una Juve non sconfitta nell’andata degli ottavi di Champions dobbiamo arrivare al 2017-18, quando i bianconeri pareggiarono 2-2 in casa con il Tottenham, per poi vincere a Wembley al ritorno 2-1 ed accedere ai quarti.

L’ultima volta che la Juve ha vinto l’andata degli ottavi di Champions è stata nel 2016-17, proprio al Du Dragao di Oporto, con uno 0-2, con le reti di Dani Alves e Pjaka. La Juve, quella stagione, si qualificò poi fino alla finale di Cardiff con il Real Madrid.

Foto: Twitter Juventus