Ultimo aggiornamento: giovedi' 16 luglio 2020 18:19

La Juve, Alex Sandro e il destino beffardo: il ct Tite non lo aveva convocato, poi…

20.03.2018 | 20:30

Uno scherzo del destino, quello che ha coinvolto in mattinata Alex Sandro e, ovviamente, anche la Juve. Il problema muscolare accusato in allenamento ha costretto l’esterno sinistro ad abbandonare anzitempo il ritiro del Brasile, in vista delle due amichevoli contro Russia e Germania. La Seleção ha parlato di lesione, un termine che – se utilizzato in senso tecnico – implicherebbe un’assenza abbastanza lunga. Per quanto non sia nella sua miglior stagione, l’ex Porto era stato recentemente utilizzato da Massimiliano Allegri in posizione più avanzata, anche per far fronte alle contestuali assenze di Cuadrado e Bernardeschi: un’alternativa in più per Max, sia per il 4-2-3-1 che per il 4-3-3. Uno scherzo del destino perché Alex Sandro, per questo doppio impegno della selezione verdeoro, inizialmente non era stato convocato dal ct Tite. Poi, il grave infortunio occorso a Filipe Luis, il terzino sinistro dell’Atletico Madrid che ha riportato la rottura del perone, gli aveva spalancato le porte della Nazionale, con vista sul Mondiale di Russia. Ma la sorte era in agguato e aveva in serbo qualcosa di diverso per lui, la Juventus e il Brasile. In attesa degli accertamenti strumentali che, al rientro in Italia del laterale, chiariranno l’entità del problema.

Foto: Mato Grosso Noticias