Ultimo aggiornamento: sabato 14 dicembre 2019 19:30

Juric: “Juve? A Madrid ho visto tanto di Allegri, in fase difensiva la mano di Sarri. Ce la giochiamo”

20.09.2019 | 12:13

Ivan Juric, allenatore dell’Hellas Verona, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Juventus allo Stadium: “Juve? Bisogna giocare con la testa libera, non pensare di fare punti difendendosi tutta la partita. Hanno giocatori forti, quando accelerano non è facile per nessuno. Però penso che si può fare una bella partita, non è impossibile fare risultato. Faranno turnover? Alla Juve cambia poco se gioca uno o l’altro. Di Carmine? Ha dimostrato di avere le qualità di giocare in Serie A, giocherà lui perché penso che attualmente sia il migliore. La Juve è cambiata? A Madrid ho visto tanto di Allegri. In fase difensiva ho visto la mano di Sarri, ma la Juve non è ancora come il Napoli di Sarri. La Juve soffre le palle inattive? L’Atletico è specializzato e li ha castigati, ma non penso sia un loro problema. Sono contento della squadra che ho, ci sono giocatori che devono dimostrare di poter stare in Serie A. Ho pensato solo alla partita di domani, non all’Udinese. Il punto debole della Juve? Sulla carta non ne ha, ma non dobbiamo andare là abbattuti. Dobbiamo provare a fare punti come il Milan. Verre? Deve crescere, ma ha grande qualità. L’ha dimostrato domenica, un allenatore è contento con giocatori così. Pazzini? Ci ho pensato in settimana, ma non ci siamo. Pensavo stesse meglio, invece no. Domani mille tifosi allo Stadium? Sono contento del clima che si respira. Arriveranno momenti difficili, ogni partita è importante. Spero sia sempre così, la squadra deve salvarsi. Tutti diamo il massimo che possiamo per fare”.

Foto: Twitter Hellas Verona