Ultimo aggiornamento: domenica 13 giugno 2021 22:52

Jorginho alla vigilia della finale di Champions: “E pensare che a 17 anni volevo mollare il calcio”

28.05.2021 | 19:10

Jorginho, centrocampista del Chelsea, ha parlato così a Sky Sport alla vigilia della finale di Champions League contro il Manchester City: “E’ incredibile, più vicini siamo e più si sente. E’ una bella cosa, si creano sempre più motivazioni per arrivare al top a questa partita.
Il mio percorso? Ci penso molto spesso, specialmente quando arrivano queste belle sorprese del calcio. Penso a quello che ho passato e da dove sono venuto.
Il ricordo che fa più male? Il momento in cui volevo mollare il calcio, a 17 anni. Ma mia mamma e mio papà non me l’hanno lasciato fare, sono orgoglioso dei miei genitori.
Conoscere il City è un bene? Lo conosciamo e può essere un bene. Siamo abituati ad affrontarli. Vale per entrambi, il City è forse la squadra più forte al mondo, sarà dura ma daremo tutto per portare a casa questa coppa. Sarà una gara dura, con tanta corsa. Ma penso sia una bella partita, con due squadre che cercheranno di giocare a calcio”.