Calciomercato
Isco Twiitter @Football_Tweet

Isco e il Real Madrid: dal magic moment alle sirene di addio. La situazione

L’avventura di Isco al Real Madrid potrebbe essere arrivata ai titoli di cosa. Dopo cinque stagioni ricche di gioie e svariati trofei (ben 13), il fantasista spagnolo è convinto di lasciare il Santiago Bernabeu. Ne è certa la stampa iberica, che da alcune settimane scrive come il destino di Zinedine Zidane sulla panchina delle Merengues sia strettamente legato a quello dell’ex Malaga. Dopo averlo preferito in estate a James Rodriguez, costretto a lasciare Madrid per trasferirsi al Bayern Monaco, Isco, protagonista di una stagione non all’altezza di quanto mostrato nella seconda parte della scorsa annata, quando il suo ingresso nella formazione titolare al posto di Bale coincise con la svolta nell’anno dell’accoppiata Liga-Champions, ha perso quota nelle gerarchie di Zizou, nonostante le 33 presenze già collezionate in questa stagione. “Se voglio che vada via? Sono tutte bugie. Forse Isco non giocherà ogni partita, ma io conto su di lui”, ha dichiarato nei giorni scorsi Zidane. Classiche frasi di circostanza? Tutto è possibile, intanto in Spagna si parla di un rapporto non proprio dei migliori tra il trequartista ex Malaga e il resto dello spogliatoio (Ronaldo su tutti). Zidane ammira Isco e il suo tipo di calcio e pensa possa essere un elemento fondamentale in questo Real ma è deluso dal rendimento del giocatore e se non cambieranno le cose, in caso di permanenza in panchina, l’allenatore ne chiederà la cessione. E’ questo quanto rivelato dai colleghi della stampa iberica, sempre più convinti di un addio di Isco in estate. Dopo il magic moment del finale della passata stagione, adesso per il talento spagnolo classe ’92 il futuro è più che mai in bilico. E le sirene di mercato non mancano di certo: a partire dal Manchester City di Pep Guardiola, grande estimatore di Isco e disposto ad aprire il portafogli per convincerlo a sposare il progetto Citizens. Sullo sfondo ci sono anche le altre big europee (incluso lo United di Mourinho), tutte pronte ad approfittare dell’eventuale cessione a prezzo di saldo dello spagnolo.

 

Foto: Twitter Football_Tweet

Commenti

Archivio: Calciomercato