Ultimo aggiornamento: lunedi' 26 agosto 2019 00:35

Inzaghi: “Vittoria importante, noi bravi anche a soffrire. Le condizioni di Immobile e Luis Alberto…”

04.02.2019 | 21:46

Inzaghi

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, ha parlato dopo il successo ottenuto sul campo Frosinone per 1-0 ai microfoni di Sky Sport: “Era prevedibile che nel secondo avremmo risentito della stanchezza di giovedì, siamo stati poco brillanti, c’è stato qualche errore ma la squadra è stata brava a soffrire. È stato bravo Strakosha con un intervento con i piedi. Chiudiamo bene la settimana adesso abbiamo un’altra gara giovedì in un calendario difficile per noi, se avessimo giocato sabato come tutti avremmo avuto tempo di recuperare. Rispettiamo la decisione e cercheremo di recuperare le energie. Immobile ha avuto un indolenzimento, avevamo già esaurito i cambi, praticamente abbiamo chiuso in dieci. Luis Alberto ha risentito un problema da valutare, Correa non era disponibile perché giovedì aveva sentito qualcosina, sembrava recuperato ma ieri ha avvertito un fastidio. Parolo è squalificato, ritroveremo Milunkovic. L’importante è recuperare energie per giovedì. Il gruppo è quello che deve fare la differenza, abbiamo la fortuna di essere in lizza in tutte le competizioni, abbiamo tante partite e dovremo essere bravi nei recuperi e dovrò essere bravo io di volta in volta. Bravi Badelj e Durmisi, poi toccherà anche a Romulo. Berisha? Appena arrivato ha avuto un infortunio che l’ha penalizzato, a luglio e agosto non si è mai allenato, è rientrato per le prime partite di campionato ma era indietro rispetto ai compagni. Si allena molto bene, sono convinto che crescerà e ci darà una mano, è un ragazzo che vuole migliorarsi. Bastos? Era entrato bene giovedì, stasera ha fatto una buona gara, avevo finito i cambi e il Frosinone aveva messo quattro attaccanti, era difficile perché dovevamo fare transizioni lunghe. Sono contento dei ragazzi perché hanno sofferto insieme e abbiamo vinto gara importante. Chi mi preoccupa di più delle concorrenti? Sono tutte squadre attrezzate e forti, fare un nome mi è difficile, l’Atalanta e Il Milan rispetto a noi e la Roma non hanno l’Europa, adesso ci sarà la Coppa Italia ma avranno settimane più tranquille per allenarsi. La classifica va sempre guardata, ma in questo momento con sedici partite alla fine e l’Europa League e Coppa Italia avremo tante partite e dovremo essere bravi a farle nel migliore dei modi”.

Foto: Lazio Twitter