Gattuso 18-19 in panchina Milan Twitter

Il retroscena: Leonardo-Gattuso, gelo infinito (da luglio) e senza sbocchi. L’idea Donadoni…

Vi avevamo avvertito il 24 luglio scorso. Avevamo scritto che i rapporti tra Leonardo e Gattuso, già deteriorati, difficilmente sarebbero stati ripristinati. E sarebbe bastato un risultato negativo, mezzo risultato o una disfunzione tattica per rimettere in discussione tutto. Il derby, per esempio. Il derby non è stato ben giocato, anzi, e lo stesso Gattuso lo ha riconosciuto. Ma la brutta prestazione e la relativa sconfitta, l’isolamento di Higuain, sono serviti per rafforzare il gelo tra Leonardo e Gattuso. Già c’erano state alcune critiche sull’impostazione tattica, di sicuro le belle parole spese da Maldini nei riguardi di Ringhio non hanno migliorato gli scenari. Perché il confronto è tra Leonardo e Gattuso, un confronto infinito e deteriorato, senza margini di manovra. Se non ci saranno sviluppi prima di Milan-Betis di giovedì, da quel momento qualsiasi particolare negativo sarebbe buono per un ribaltone se non arrivassero gli invocati risultati. A fine luglio vi avevamo parlato di Conte come sogno di sempre, con relativa telefonata poi smentita. Conte ha avuto contatti e continua ad averli con il Real Madrid, aspetta la decisione definitiva di Florentino che nel frattempo potrebbe cautelarsi con Solari (da vedere se Lopetegui riuscirà a resistere fino al Clasico di domenica dopo la vittoria appena di misura in Champions contro il modesto Viktoria Plzen). Conte ha grandi costi che il Milan può permettersi, malgrado i recenti paletti del FPF, come ha dimostrato nell’onerosissima operazione Paquetà. Tuttavia fin qui non ha approfondito con l’ex Chelsea, dopo i sondaggi iniziali. Ma se davvero il gelo tra Leonardo e Gattuso raggiungesse l’apice, insostenibile, dopo un altro risultato negativo, allora il nome da tenere in considerazione è quello di Roberto Donadoni. Che non a caso a fine luglio ha fatto sperticati elogi al nuovo Milan di Leonardo e Maldini, come se fosse uno spot elettorale. Ora dipende soltanto dal prossimo screzio di un rapporto insostenibile, quello tra Leonardo e Gattuso. Non da oggi, ma dal primo minuto dell’insediamento del nuovo direttore rossonero. Era il 24 luglio quando…

Foto: Milan Twitter

Archivio: Altro