Ultimo aggiornamento: martedi' 21 settembre 2021 00:33

Il retroscena: Gasp e la nuova filosofia. Niente blindature, ma sostituti top

05.09.2021 | 17:18

Gian Piero Gasperini vuole vincere un trofeo con l’Atalanta, ci è andato molto vicino anche la scorsa stagione. E ha una filosofia che ha pienamente concordato con la società fino alla chiusura del mercato: via libera a un pezzo da novanta, per esempio Romero, purché sostituito adeguatamente come nel caso di Demiral. Nel caso di Gollini lo aveva già bocciato, con Musso ha preso un top. E fine ai grandi cicli ormai non più convenienti dal punto di vista del ritorno tecnico, è il caso di Ilicic che sarebbe partito con una proposta accettabile. E forse avrebbe liberato Duvan Zapata in caso di un’offerta congrua (l’Inter lo ha marcato per giorni e giorni prima di virare su Correa), ma senza arrivare alle ultime settimane di mercato. A quel punto ha fermato tutto. L’Atalanta pensa a un’anima un po’ più italiana, il Gasp è d’accordo su questo aspetto, senza mettere veti, ma pretendendo giustamente una squadra sempre più competitiva.

Foto: Sito Atalanta