Ultimo aggiornamento: venerdi' 27 november 2020 00:31

Il mercato in campo – Presente e futuro dalla parte di Scamacca

04.11.2020 | 14:00

Una doppietta al Catanzaro in Coppa Italia per rompere il ghiaccio con la nuova maglia. Un goal e una prestazione di rilievo nel derby per lanciare un importante segnale: in A può già starci e lasciare il segno.

In casa genoana è il momento di Gianluca Scamacca, l’attaccante più in forma nel tribolato avvio di stagione rossoblu condizionato dai contagi covid-19 e dall’ennesima rivoluzione di mercato.

Da alcuni anni il Genoa era alla ricerca di un profilo italiano offensivo in grado di alzare l’asticella e fare reparto da solo. Pinamonti e Favilli non hanno confermato le aspettative, diverse le concause; le difficoltà del collettivo, gli infortuni e una certa discontinuità nel rendimento.

Classe ’99, fisico imponente ma invidiabile dinamismo, voglia di crescere e ambizione, spirito di sacrificio mettendosi a disposizione della squadra, fiuto per il goal. Scamacca ha tutte le caratteristiche richieste dal calcio moderno e le ha messe in luce nel suo primo derby genovese.

Si è dimostrato lesto a giocare sul filo dell’offside, insaccando alla prima occasione con una rapida girata ad incrociare. Ha fornito ottimi segnali, a prescindere dal goal, aggredendo la profondità, facendo salire la squadra nelle fasi di pressione blucerchiata. Si è rivelato un riferimento per i compagni e una mina vagante per gli avversari; la retroguardia doriana ha faticato a prendergli le misure, patendolo non soltanto nel gioco aereo.

Ancora una volta il Sassuolo, se ce ne fosse bisogno, si conferma uno dei migliori modelli in circolazione per lungimiranza, programmazione e scouting, prelevando a fine gennaio 2017 il giovane attaccante reduce dalla Roma Primavera e dall’esperienza in Olanda.

Il buon feeling con il goal ad Ascoli ha alimentato gli interessamenti di importanti club a livello europeo, le offerte a doppia cifra non sono mancate ma il Sassuolo, club solido e ambizioso, ha resistito, trovandosi in casa la punta del futuro, oppure un’enorme plusvalenza.

Nel frattempo merito al Genoa, abile a bruciare la folta concorrenza per aggiudicarsi il prestito di Scamacca. La presenza al suo fianco di un veterano di spessore come Goran Pandev e il lavoro di un tecnico del calibro di Rolando Maran vanno inevitabilmente a creare uno scenario ideale per mettere il talento romano nelle condizioni ideali per esprimersi al meglio.

Diego Anelli Direttore www.sampdorianews.net

Foto: Twitter Genoa