Ultimo aggiornamento: mercoledi' 24 november 2021 13:17

Il mercato in campo – Fiorentina, goditi Riccardo Saponara

24.11.2021 | 13:17

Prestazioni di elevato livello come contro il Milan fanno riflettere, difficile capire se sia superiore il piacere, o il rammarico analizzando l’andamento della carriera di Riccardo Saponara. Con molta probabilità ci si trova dinanzi ad uno dei più grandi talenti italiani degli ultimi decenni, non riuscito ad esprimersi al massimo e con continuità a causa soprattutto di diversi problemi fisici che ne hanno rallentato fortemente l’ascesa.

L’esplosione ad Empoli, il mancato ambientamento al Milan, il ritorno al club del Patron Corsi, un rendimento al di sotto delle aspettative a Firenze e la serie di prestiti tra Sampdoria, Genoa, Lecce e Spezia. Lampi di classe in blucerchiato e con i salentini, sempre però non accompagnati dall’agognata costanza di impiego e rendimento.

L’incontro a Spezia con Vincenzo Italiano è stato determinante, Saponara ha (ri)trovato quell’autostima e consapevolezza nei propri mezzi perdute in parte lungo il cammino. Si è risentito parte non solo integrante ma protagonista in un progetto tecnico di spessore, non è stato ingabbiato in moduli tattici contraccambiando con abnegazione in fase di non possesso e un entusiasmo contagioso.

Saponara e Italiano si sono riabbracciati a Firenze, dopo alcune deludenti stagioni la Fiorentina rappresenta un ambizioso progetto in ricostruzione, all’ex tecnico del Trapani il compito di dare anima e identità. Il centrocampista è ritornato a Firenze stavolta non con uno spazio da riserva o esubero da collocare nel mercato di gennaio, è consapevole di godere della piena fiducia della guida tecnica e vuole lasciare il segno, facendo cambiare idea a coloro che lo hanno talvolta snobbato.

Questo Saponara sta bene, è concreto ed efficace, si diverte e fa divertire, si sacrifica per il bene del gruppo, fornisce un’ampia gamma di soluzioni tattiche all’allenatore. Il meraviglioso tiro a giro contro il Milan è lo spot di classe e fantasia, concludendo nel migliore dei modi un’azione caratterizzata da un’ottimale condizione fisica. I viola possono contare su un giocatore mentalmente libero da dubbi, tecnicamente è sempre stato un genio, il destino non lo ha aiutato e spesso non è stato supportato.

Meglio non farsi prendere dai rimpianti e vivere alla giornata, godendosi il nuovo o il vero Riccardo Saponara.

Diego Anelli Direttore www.sampdorianews.net

Foto: Twitter Fiorentina