Ultimo aggiornamento: mercoledi' 25 gennaio 2023 00:30

Il mercato in campo – Casemiro al Manchester United: campione, leader, combattente

18.01.2023 | 13:15

È stato uno dei pilastri del Real Madrid capace di alzare trofei ovunque e fare collezione di Champions League. Al Manchester United ha impiegato solo un paio di settimane per ambientarsi al calcio inglese e ritrovare la condizione dei tempi migliori.

Da quando Ten Hag ha schierato titolare Casemiro, i Red Devils hanno inanellato una lunga serie di risultati utili consecutivi che hanno portato fino all’attuale terzo posto. Vanno ricordati in primis i successi negli scontri diretti e i mancati passi falsi contro le formazioni della zona salvezza. Contro l’Aston Villa l’unico k.o. inaspettato, il 6-3 nel derby d’andata con il Manchester City aveva solo rappresentato uno step di riflessione in un processo di crescita esaltato dalle vittorie contro Arsenal, Liverpool e Tottenham.

Nel secondo derby stagionale i campioni in carica sono stati sconfitti, una rimonta che ha visto tra i protagonisti proprio Casemiro, autentico trascinatore del gruppo in termini di carisma e personalità, in campo un gigante per qualità, sostanza, dinamismo e senso della posizione. Perfetto nel verticalizzare il gioco e aumentare il tasso tecnico in fase di costruzione della manovra, efficace al massimo nel recuperare palloni ovunque e vincere contrasti. Un riferimento onnipresente, un tuttocampista che assicura il mix di classe brasiliana e tatticismo europeo, oltre all’umile sostanza arricchita dalla forma incantevole.

L’operazione di mercato è costata una fortuna ai Red Devils, tra la settantina di milioni per il cartellino e la ventina di ingaggio annuo in un contratto pluriennale. Detto ciò, con molta probabilità il Manchester United ha acquistato uno dei migliori interpreti a centrocampo a livello mondiale, il quale ha già vinto tutto ma a trent’anni non nasconde la voglia di scrivere altre pagine di storia. E proprio nella mediana targata Manchester United da anni era necessario alzare l’asticella, si trattava di una delle lacune da colmare per recuperare quel gap ampliatosi più del previsto nelle ultime annate rispetto alle altre big in patria e in Europa.

Diego Anelli Direttore www.sampdorianews.net