Ultimo aggiornamento: mercoledi' 11 dicembre 2019 11:54

Il Gasp della discordia. Lazio: “Inaccettabili sue parole su Immobile”, Atalanta: “Libero di criticare”

20.10.2019 | 09:44

Così come la gara in campo, Lazio-Atalanta continua ad essere scoppiettante anche a diverse ore dal fischio finale. Al centro delle polemiche fra i due club sono finite le parole di Gian Piero Gasperini. Il tecnico orobico si era scagliato in conferenza contro Ciro Immobile, reo secondo lui di essersi procurati i rigori assegnati alla Lazio con due “furbate”.

Dura la risposta della Lazio, affidata ad un comunicato stampa in cui si legge come: “Le affermazioni di Gasperini non hanno alcuna giustificazione alla luce della piena e riconosciuta fondatezza dei rigori provocati dalla sua squadra. Esse rappresentano anche una inaccettabile offesa alla professionalità ed alla correttezza di un giocatore come Ciro Immobile che non ha mai fatto ricorso a simulazioni di sorta nel corso della sua carriera”.

In tarda serata, poi, è arrivata la contro-risposta dell’Atalanta, anche in questo caso affidata ad una nota apparsa sul proprio sito ufficiale. “In riferimento al comunicato stampa della S.S. Lazio, a sostegno del nostro allenatore Gian Piero Gasperini, rimaniamo stupiti dai commenti espressi nei confronti di un nostro tesserato e come Atalanta B.C. riteniamo doveroso intervenire e puntualizzare che il diritto di critica tecnica è legittimo”.

Foto: sito ufficiale Atalanta