Ultimo aggiornamento: giovedi' 22 luglio 2021 19:04

Il Covid corre veloce negli USA. Ma l’Inter conferma la tournée

19.07.2021 | 19:55

Il Covid torna a far paura nel mondo del calcio, in particolare per i contagi che sono in esponenziale aumento all’estero e questo ha fatto sì che l’impegno americano dell’Inter si è complicato, ma al momento risulta confermato. Il precampionato della squadra di Simone Inzaghi prevede la Florida Cup, da disputare negli Stati Uniti, a Orlando con sfide contro l’Arsenal il 25 luglio e una tra Everton e Millonarios.

La partenza del gruppo squadra è stata messa in discussione a causa dell’impennata dei contagi di Covid dovuta alla variante Delta ma al momento risulta tutto confermato. I nerazzurri avevano provato a non andare in America, ma è stato impossibile.

La società allora starebbe studiando una formula per portare meno giocatori possibili negli Stati Uniti e limitare al massimo il numero dei presenti a contatto con il gruppo squadra. Un piano molto complicato.

Intanto proprio negli USA si aggregheranno i reduci dalle Nazionali, i vari Lukaku, Vecino, Vidal e Sanchez. Più in là anche Barella, Bastoni e Lautaro Martinez.

Foto: Twitter Inter