Ultimo aggiornamento: domenica 16 giugno 2019 10:49

Icardi: “Possiamo mettere in difficoltà l’Hapoel se giochiamo bene, Higuain vale 90 milioni. Su Ronaldo…”

14.09.2016 | 15:17

Icardi Inter

Al fianco di Frank De Boer, nella conferenza stampa alla vigilia dell’esordio in Europa League dell’Inter con l’Hapoel, è intervenuto Mauro Icardi. Ecco le parole del capitano neroazzurro:

“In una squadra ci sono tanti leader, a volte si dice che dovrei esserlo io, ma siamo in parecchi. Io gioco in attacco, faccio gol, ma poi in campo lavoriamo in undici, ognuno ha le sue responsabilità. Non ho detto che non mi voglio caricare la squadra sulle spalle. Quando segno è perché ognuno ha fatto il suo lavoro, siamo in 25 giocatori e tutti vogliamo dare un contributo. Tutti devono dare qualcosa in più, non solo chi fa la differenza in una partita. La nazionale? Se ne parla troppo, le scelte spettano all’allenatore. Quando deciderà di chiamarmi io sarò pronto, voglio dare di più per convincerlo”.

Sul connazionale Gonzalo Higuain:

“Vale tutti i soldi che ha speso la Juventus, ha segnato 36 gol. Il mio prezzo lo decide la società, se supererà i 100 milioni lo decideranno i dirigenti, io sarò contento di rimanere all’Inter”.

Sul sistema di gioco: “Mi trovo bene con il 4-2-3-1, ci sono giocatori di qualità che ti possono mandare in porta con un passaggio. E’ importante avere dietro tre giocatori da assist. Ma comunque non sono l’allenatore, quindi non scelgo io il modulo. Il paragone con Ronaldo? Non c’è paragone, è stato il miglior attaccante. Mi farebbe piacere alzare una coppa, voglio vincere con questa squadra”.

Domenica a San Siro arriva la Juventus: “E’ giusto che se ne parli, ma siamo dei professionisti e dobbiamo pensare all’Europa League. L’Hapoel? Ho visto un pezzo della loro partita, gli piace giocare il pallone, non hanno paura. Noi possiamo metterli in difficoltà se seguiamo ciò che ci dice l’allenatore e recuperando palla in avanti”.

Foto: sito ufficiale Inter