Ultimo aggiornamento: lunedi' 28 settembre 2020 08:17

Ibrahimovic, minacce di morte e statua bruciata a Malmoe: la polizia apre un’inchiesta

28.11.2019 | 15:21

Arrivano nuovi sviluppi sul caso Ibrahimovic. Dopo che lo svedese ha annunciato di aver acquistato il 50% dei rivali dell’Hammarby, un gruppo di ultrà della squadra della città natale di Zlatan, il Malmoe, ha protestato nei pressi della statua dedicata al campione, dandole fuoco e deturpandola con scritte contenenti le parole “zingaro” e “muori”. Gli autori del folle gesto non sono stati ancora identificati, ma intanto le autorità locali hanno aperto un’inchiesta “per atti di vandalismo e minacce di natura razzista. Zlatan Ibrahimovic è parte civile”, come annunciato un portavoce della polizia di Malmoe. Ma non è tutto: a Stoccolma la porta d’ingresso della casa di Ibra è stata imbrattata con la scritta “Giuda” e per terra sono state gettati dei pesci avariati.

Foto: Twitter ufficiale Los Angeles Galaxy