Ultimo aggiornamento: lunedi' 26 agosto 2019 00:35

ESPLOSIVITÀ E KILLER INSTINCT: HURTADO, IL CRAQUE VENEZUELANO CHE HA STREGATO LA DEA

18.04.2019 | 13:45

L’Atalanta è in piena corsa per l’Europa ma intanto programma con ambizione il futuro. Nelle scorse ore, come vi abbiamo raccontato in esclusiva, il club nerazzurro ha incontrato Rodolfo Baque, agente di Jan Carlos Hurtado, promettente attaccante classe 2000 in forza al Club de Gimnasia y Esgrima La Plata. Lo specialista venezuelano si è messo in evidenza nello scorso Sudamericano U20 con la propria nazionale, mentre con il suo club ha segnato due reti (contro San Lorenzo e Colon) nelle ultime due gare del massimo campionato argentino. Un profilo che piace molto all’Atalanta, che lo ha fatto seguire con attenzione e le relazioni sono state eccellenti. Hurtado è il tipo di attaccante che la Dea ha sempre cercato: fisico, rapido e con un innato killer instinct. Un nome di prospettiva che, nelle idee dell’Atalanta, in futuro potrebbe raccogliere l’eredità di Duvan Zapata.

Nato a El Cantón il 5 marzo 2000, Jan Carlos Hurtado Anchico è in possesso del doppio passaporto venezuelano-colombiano. Ha mosso i primi passi nel Deportivo Tachira, società con la quale è arrivato a debuttare giovanissimo nella massima divisione del suo Paese, racimolando 20 presenze e 6 reti dal 2016 al 2018. Nell’estate di un anno fa, dopo essere stato corteggiato a lungo da diverse squadre sudamericane, il craque venezuelano ha iniziato la sua avventura in Argentina con il Gimnasia Y Esgrima La Plata, ma per l’esordio ufficiale – a causa di un contenzioso tra i due club – ha dovuto aspettare l’ok dalla FIFA, arrivato solamente l’11 settembre scorso. Nella Primera Division, Hurtado ha dimostrato tutto il suo potenziale racimolando finora 17 presenze, impreziosite da 2 gol (messi a segno nelle ultime due gare) più un assist. Ma il picco, finora, della sua esperienza argentina è stato il sigillo messo a segno in Coppa contro il Boca Juniors, dopo che la settimana precedente aveva segnato al Central Cordoba. Le sue brillanti prestazioni, comprese quelle al Sudamericano U20, non sono passate inosservate: tra i club sulle sue tracce, c’è anche l’Atalanta – come vi abbiamo anticipato – rimasta stregata dalle qualità e dagli ampi margini di crescita del ragazzo.

Jan Hurtado è un attaccante di movimento, forte fisicamente, che lavora moltissimo per la squadra, combattendo continuamente con tutto il reparto arretrato. E’ molto abile a far salire la squadra, sa tenere la palla in zona offensiva e fare preziose sponde di testa per i compagni. Tecnicamente può crescere ancora, è veloce e sa attaccare bene la profondità, quando parte in progressione è difficile da fermare e gli avversari rimbalzano contro la sua massiccia muscolatura. Ha un tiro potente e vede bene la porta, ma il tanto lavoro sporco che svolge per la squadra non gli permette di essere sempre lucido in fase di finalizzazione. Ma l’età è tutta dalla sua parte: Hurtado ha compiuto da poco 19 anni, il suo futuro non può che essere roseo. Per caratteristiche fisiche e tecniche ricorda molto Zapata, specialista che sta brillando alla corte di Gasperini. E non a caso l’Atalanta ha già preso il numero di targa…

 

Foto: AS