Ultimo aggiornamento: domenica 24 gennaio 2021 23:48

HOFMANN, TECNICA E VISIONE DI GIOCO AL SERVIZIO DEL GLADBACH

09.01.2021 | 12:48

Jonas Hofmann nasce a Heidelberg, il 14 luglio del 1992, è un centrocampista tedesco attualmente in forza al Borussia Moenchengladbach.
La trafila delle giovanili la svolge all’Fc Rot da quando aveva soli sei anni fino ai 12, nel 2004 passa all’Hoffenheim, con il quale debutta tra i professionisti nella seconda squadra del club, che milita in Regionalliga Sud (quarta serie tedesca). Nell’estate del 2011 il passaggio al Borussia Dortmund, anche qui l’inizio è con la squadra di Regionalliga, poi promossa in 3. Liga.
Il debutto in Bundesliga arriva proprio contro l’Hoffenheim, il 16 dicembre 2002 Jurgen Klopp lo inserisce all’89’ nella gara vinta per 3-1 con la sua ex-squadra.
L’anno seguente è quello della consacrazione a Dortmund, primo gol in campionato, numerosi assist, esordio in Champions League al San Paolo contro il Napoli e una crescita costante. Dopo una breve parentesi in prestito al Mainz, tra l’altro poco fortunata, nel gennaio 2016 Hofmann passa al Borussia Moenchengladbach per 8 milioni di euro.
Dal 2016 è un punto fisso del centrocampo del Gladbach, 112 presenze e 14 gol con il club allenato da Marco Rose.
Il ventottenne di Heidelberg vanta delle presenze anche nella Nazionale tedesca U18 ed U21, una sola partita disputata con la Nazionale dei “grandi”.

Ieri sera la sua doppietta ha spianato la strada all’insperata e inattesa rimonta dei suoi contro i colossi del Bayern Monaco, nel secondo tempo il gol vittoria è stato firmato da Neuhaus.
Le doti tecniche e la visione di gioco sono i punti forti di Hofmann, che ieri ha superato Neuer ben due volte a tu per tu, prima col sinistro e poi col destro, mostrando una grande freddezza e regalando una serata indimenticabile ai suoi.
Il settimo posto in classifica e la qualificazione agli ottavi di Champions League (ai danni della malcapitata Inter) dimostrano che la stagione della “Squadra dei Puledri”, come è soprannominata in patria, è ancora tutta da giocare, i guizzi di Hofmann saranno fondamentali per portare in alto il team di Marco Rose.

Foto: Twitter Gladbach