Ultimo aggiornamento: lunedi' 01 marzo 2021 20:42

Hazard e un anno nero: dalla pesante eredità di CR7 al flop Real

28.02.2020 | 23:50

E’ stato un anno nero per Eden Hazard. Il belga, passato quest’estate al Real Madrid, ha attraversato mesi difficili alla corte di Zidane. Il motivo? Principalmente i tanti infortuni che continuano a tormentare l’ex Chelsea, senza dargli la possibilità di trovare una costanza di rendimento. Hazard era la stella del mercato di rifondazione delle Merengues, che hanno speso circa 100 milioni di euro per portarlo via in anticipo dai Blues, nonostante fosse a un anno dalla scadenza di contratto. La scelta del numero 7, appartenuto a Cristiano Ronaldo, era un altro segnale importante di come il fantasista dovesse essere l’erede del portoghese volato via un anno prima, sponda Juve. Invece, per Hazard è stata una stagione da incubo: appena 15 presenze complessive e un gol realizzato. Già a inizio stagione i presupposti non erano dei migliori con il classe 1991 che si era presentato nel ritiro dei Blancos evidentemente fuori forma. Gli infortuni hanno fatto il resto. L’ultimo, una microfrattura del perone destro che gli farà perdere quasi tutto il resto della stagione. Un vero e proprio calvario se si considera che lo stesso Hazard era tornato in campo lo scorso 16 febbraio dopo uno stop di oltre 80 giorni. Per il belga, dunque, l’esperienza a Madrid è stata finora un flop, con Zidane e il Real che si sono ritrovati per troppe partite senza l’uomo di punta del calciomercato.

 

Foto: sito ufficiale Real Madrid