Ultimo aggiornamento: domenica 18 aprile 2021 21:00

Gullit: “Il Chelsea mi pugnalò alla schiena. Mi disse che pensavo alle feste, ma mia madre stava male”

08.04.2021 | 11:00

Ruud Gullit, in un’intervista concessa a BeIn Sports, ha parlato del suo addio al Chelsea da allenatore nel 1998, quando fu esonerato. Gullit ha confessato che ha sofferto per quello che è stato detto su di lui ai tempi: “Mia madre era malata, aveva un cancro al seno. Sono andato molte volte in Olanda per stare con lei. Quando vedi tua madre in ospedale, con il cancro, sei triste e depresso. È stata una brutta esperienza, per me ma penso che chiunque. Davvero deprimente. Ho trascorso molto tempo con lei. Quando il Chelsea mi licenziò disse che ero ad Amsterdam per fare feste. Ma non era così. In quel momento non comprendevo. Era come se mi avessero pugnalato alla schiena. Tutto molto incredibile. Rimasi decisamente sorpreso”.

 

Foto: Twitter personale