News
giovinco serie a

Giovinco, la Formica Atomica per un’Italia Anemica

Sebastian Giovinco ritrova la maglia azzurra. La Formica Atomica, a tre anni esatti dall’ultima apparizione, è stato convocato nuovamente in Nazionale. Una chiamata meritata, considerate le ultime stagioni in MLS con il Toronto, club dove Giovinco ha mostrato di aver raggiunto quella maturità calcistica per esprimersi ad altissimi livelli. Nel 2015 Sebastian lasciò l’Italia e la Juve e debuttò nella negli USA, segnò 22 reti, vinse il titolo di capocannoniere, piazzando la bellezza di 16 assist (miglior assist man della MLS), venendo poi premiato come miglior debuttante del campionato e come MVP. L’anno dopo andò ancora meglio: 21 gol. Sigilli che permisero al Toronto di vincere la MLS per la prima volta nella sua storia. Anche nell’attuale stagione i numeri sono tutti dalla sua: 25 partite disputate, 12 gol e 7 assist. Ora, per Seba, ecco la chiamata di Mancini, pronto a lanciarlo nelle sfide con Ucraina (amichevole) e Polonia (Nations League). L’ultima volta in azzurro per Giovinco risale – come detto – a tre anni fa: ottobre 2015, l’Italia di Conte si stava preparando per Euro 2016. Poi il buio totale: Conte non lo porta all’Europeo, Ventura non lo prende mai in considerazione. Con Mancini arriva un’altra occasione, quella da non lasciarsi sfuggire. Giovinco lo sa bene e giocherà tutte le sue carte per tenersi stretta quella maglia che insegue da tempo. La Formica Atomica per un’Italia Anemica…

 

Foto: tipofthetower.com

Archivio: News