Ultimo aggiornamento: domenica 20 ottobre 2019 00:25

GIOVENTÙ E FORZA FISICA DAL SOL LEVANTE: TAKEHIRO TOMIYASU, IL NUOVO ACQUISTO DEL BOLOGNA DI MIHAJLOVIC

10.07.2019 | 13:00

Anticipato da Walter Sabatini, ufficializzato martedì. Il Bologna accoglie in rossoblu Takehiro Tomiyasu, difensore centrale classe 1998 che compirà 21 anni il prossimo 5 novembre. Il giapponese arriva dopo una sola stagione disputata in Belgio, al Sint-Truiden.

Tomiyasu si affaccia al mondo del calcio grazie all’Avispa Fukuoka, squadra giapponese che lo accoglie nelle giovanili, e diventa subito protagonista: l’esordio con la prima squadra avviene il 14 ottobre 2015, quando non ha ancora compiuto 17 anni. Gioca da titolare il match di Emperor’s Cup contro il Machida Zelvia, poi si impone nella stagione successiva giocando 16 partite nel 2016, diventando infine protagonista con ben 39 presenze nell’anno solare 2017. Riesce anche a trovare il suo primo gol: il 19 marzo 2017, sblocca di testa il match vinto per 2-1 contro il Roasso Kumamoto nella sfida valida per la J2 League, la seconda divisione giapponese. Prestazioni che attirano il calcio europeo e il Sint-Truiden, squadra belga che se lo assicura nel gennaio 2018. Nella seconda parte di stagione, gioca soltanto un minuto nei Playoff di Jupiler Pro League, ma l’anno successivo diventa un punto fermo della difesa, giocando la bellezza di 40 partite considerando coppa nazionale, campionato e playoff. Una stagione più che positiva, condita anche da un gol ad una big della Jupiler Pro League: il 25 novembre 2018 sigla il gol che vale il momentaneo 2-2 nella sfida poi vinta (4-2) contro l’Anderlecht. Nel finale di stagione sfiora addirittura la qualificazione al playoff di Europa League, ma il Sint-Truiden chiude il girone di qualificazione al secondo posto.

Takehiro Tomiyasu è anche un punto fermo del Giappone: dopo l’esordio nelle selezioni minori, arriva, a poco meno di 20 anni, il debutto con la nazionale maggiore, avvenuto il 12 ottobre 2010 nel match vinto per 3-0 contro Panama. Pochi mesi dopo, sfiora la vittoria della Coppa d’Asia, competizione nella qualche gioca tutte le partite (pur disputando solo 1 minuto contro l’Uzbekistan nel terzo match della fase a gironi). Decide l’ottavo di finale contro l’Arabia Saudita, ma il Giappone deve arrendersi in finale contro il Qatar. Gioca anche in Coppa America, dato che la sua Nazionale viene invitata dalla Conmebol a partecipare alla manifestazione, ma arrivano solo 2 punti in 3 partite. E proprio nel match perso 4-0 contro il Cile, si perde la marcatura di Pulgar, che sigla il 2-0 e provoca, di fatto, l’annuncio anticipato da parte di Sabatini. Arrivata anche l’ufficialità, può cominciare la sua avventura in Serie A.

Takehiro Tomiyasu è un difensore centrale dotato di un buon fisico (è alto 188 centimetri) e fa del colpo di testa la sua arma migliore. Dei suoi tre gol segnati con le squadre maggiori (di cui uno in nazionale), due sono arrivato proprio in questo fondamentale. Non si tratta quindi di un difensore goleador, ma di un centrale bravo negli anticipi e che gioca il pallone quando può, senza spazzare. Dominatore dell’area per quanto riguarda le palle alte, Takehiro Tomiyasu, a 20 anni, è uno dei migliori prospetti del calcio giapponese. Un mix di gioventù e forza che non potrà non far piacere a Sinisa Mihajlovic e al suo Bologna.

Foto: sito ufficiale Bologna