Ultimo aggiornamento: sabato 04 luglio 2020 13:00

Giampaolo: “Viviano ha recuperato, Muriel lavorerà anche durante le vacanze. La Fiorentina…”

08.04.2017 | 15:48

Alla vigilia della sfida con la Fiorentina, il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo ha parlato in conferenza stampa: “Bisogna voltare pagina e restare concentrati. Domani abbiamo una sfida difficile perché l’avversario ha caratteristiche che a noi danno fastidio. Dovremo fare una partita con freddezza, la disposizione in campo dei viola ci infastidisce. Bisogna essere bravi. Ci aspetta una partita molto impegnativa contro una squadra che ha uno dei migliori palleggi. Io vicino alla Fiorentina? Non mi hanno mai cercato. Adesso di cose se ne dicono tante. Fra il dire e lo smentire non si finisce mai. Dobbiamo essere bravi nel presente. Motivo i miei calciatori facendo le stesse cose che facevo tre, cinque mesi fa. Preparando le partite per bene, curando gli stessi particolari ed è un atteggiamento che gli stessi calciatori percepiscono. Credo che una certa leggerezza, figlia del fatto che ci sono tanti giovani, ti porta a stare attaccato al lavoro, anche se è determinante in questo la parte più esperta del gruppo. Viviano ha recuperato. Emiliano è un animale da gara. Ha la capacità di accendere la spina e di essere un animale da battaglia. Ha la capacità di saper gestire le partite, è un giocatore freddo e con caratteristiche particolari. Affronta sempre il problema e non cerca di aggirare l’ostacolo. Silvestre? Ha fatto molto bene ma lo conoscevo già. Hanno fatto molto bene quelli che hanno giocato meno. Molto bene Palombo, Puggioni e come sempre Regini e Quagliarella. Abbiamo preparato la gara in funzione degli avversari. Se avranno ambizioni Uefa arriveranno motivati. Non li troveremo assolutamente in vacanza, affronteremo una squadra non solo motivata ma forte. Che è un aggravante per noi. Dovremo fare una partita di sostanza e che, fra virgolette, mi infastidisce. Muriel? Lavorerà anche nelle vacanze di Pasqua e i giocatori motivati saltano step importanti per recuperare. Praet? È un giocatore che a me piace molto. Se non ha giocato non significa nulla. C’è stato un momento in cui non stava meglio e io in mezzo al campo ho l’imbarazzo della scelta. Paga forse il fatto di essere stato pagato molto ma è un giocatore molto forte. Ha fatto un’ottima partita a Milano. Ha qualche difetto ma non attribuibili alla sua capacità di calciatore. Ultimamente l’ho visto migliorato. Questa settimana ha lavorato bene come Alvarez. Bereszynski ha subito un calo fisico, in allenamento non riusciva ad essere brillante. Ha pagato all’arrivo l’aspetto psicologico, è un giocatore che ha dovuto attingere dall’energie nervose. Bereszynski sarà un giocatore più forte a partire dall’estate prossima. Ora ha metabolizzato, ha recuperato quella stanchezza mentale. Domenica è entrato e saputo sfruttare le risorse nervose. Mi spiace per Sala”.

Foto: Sampdoria Twitter