Ultimo aggiornamento: lunedi' 16 dicembre 2019 00:30

Gervinho, una grande stagione e la Coppa d’Africa “scippata”

04.06.2019 | 23:30

Una stagione di primissimo livello, impreziosita da 11 reti e 3 assist, un apporto decisivo per la salvezza del Parma. Gervinho è tornato a risplendere come ai vecchi tempi, quando con le maglie di Lille, Arsenal e Roma faceva impallidire le difese avversarie con le sue accelerazioni micidiali e con i guizzi letali in area di rigore. Poi le esperienze in Cina, quindi il ritorno in Italia, con il club ducale che l’estate scorsa ci ha scommesso forte e poi ha raccolto i frutti di una grande intuizione di mercato, come certificato dai numeri sopracitati. Non solo: lo stesso Gervinho potrebbe essere un uomo mercato in casa Parma, è un profilo che piace molto ad Antonio Conte per caratteristiche e qualità. Ma la brillante stagione dello specialista ivoriano non è bastata al classe ’87 per prendersi la convocazione alla prossima Coppa d’Africa (in programma in Egitto dal 21 giugno al 19 luglio), una chiamata che Gervinho avrebbe ampiamente meritato. Non a caso, nelle ultime settimane tifosi e giornalisti locali hanno spinto – vanamente – per un ritorno del “Jaguar National” in maglia arancione. Un’assenza che segue l’esclusione dai convocati nello spareggio contro il Guinea, poi vinto dalla Costa d’Avorio. L’ultima presenza con la propria nazionale risale al novembre 2017, in occasione della sfida contro il Marocco valida per le qualificazioni ai Mondiali di Russia. Probabilmente, in virtù della grande annata a livello personale e non, Gervinho avrebbe meritato ben altra considerazione da parte del ct Ibrahim Kamara in vista dell’imminente Coppa d’Africa che si è visto “scippare”. E i numeri sono tutti dalla sua…

 

Foto: Twitter ufficiale Parma