Ultimo aggiornamento: martedi' 21 gennaio 2020 21:57

Genoa, Andreazzoli si presenta: “Contento di essere qui, abbiamo le idee chiare”

27.06.2019 | 12:39

Prime parole ufficiali da allenatore del Genoa per Aurelio Andreazzoli. In conferenza stampa, l’ex Empoli ha espresso la sua soddisfazione e parlato della stagione che verrà per il Grifone. “Sono contento di essere qui, ringrazio il presidente e l’amministratore delegato per avermi cercato e corteggiato. Sono felicissimo non solo di poter allenare una squadra dalla storia incredibile, ma anche di potermi sentire genoano, sensazione riconosciuta da tutti. Non mi guarderò indietro, guarderò avanti, e abbiamo le idee chiare. So dove vogliamo arrivare e la società ci ha dato ampio margine per poter lavorare. Siamo motivatissimi. La determinazione del presidente mi ha convinto, voglio ridare soddisfazione ad un ambiente carico. Il mio obiettivo è far dare il massimo alla mia squadra, questa è la nostra idea, che non si basa su un sistema o sulle caratteristiche dei giocatori”.

Mercato? L’interesse del presidente si vede, vuole costruire una squadra forte. Paletti? Mi auguro di non doverne mettere. Io devo parlare di serietà nello spogliatoio, prima di ogni altra cosa. Se l’ambiente è positivo ne gioveremo tutti, sarà un vantaggio che poi porteremo in campo. Chi sta con noi e ha la mentalità giusta e la voglia di partecipare sarà il benvenuto. Nuovi arrivi? Ero già favorevole alla squadra della scorsa stagione, anche se tutto è migliorabile. Il presidente vuole darmi una squadra di qualità e credo che siamo già a buon punto. La rosa va completata ma lo faremo. Tutto parte dalla mentalità: se sei a contatto con i ragazzi puoi entrare nella loro testa, ed io dovrò portare partecipazione e felicità. Con questi presupposti può già iniziare il lavoro. Hiljemark e Sturaro? Su Hiljemark ho buone notizie, è una situazione da verificare ma ci sono buone sensazioni. Per Sturaro va bene, ma c’è da aspettare”.

“Avevo deciso di smettere di andare in bicicletta, poi mi è arrivata la chiamata che mi ha dato una grande soddisfazione personale. Non è cambiato molto nella mia testa se non il fatto che so di avere un’idea di calcio che mi permetterà di dire la mia. Cosa dico ai tifosi? Di quelle se ne possono dire quante vogliamo, ma servono i fatti, e se li faremo arriveranno i risultati che auspichiamo”.

Foto Sito Ufficiale Genoa