Ultimo aggiornamento: sabato 07 dicembre 2019 17:25

Gazidis: “Abbiamo salvato il club dalla retrocessione. Esonerare Giampaolo una decisione non semplice”

09.10.2019 | 13:17

gazidis milan

A margine della conferenza di presentazione di Stefano Pioli come nuovo allenatore del Milan, l’amministratore delegato rossonero Ivan Gazidis ha parlato della sfida intrapresa dalla proprietà sin dai primi giorni: “Prima di tutto voglio ringraziare Giampaolo, che è un bravissimo mister a cui auguriamo il meglio. Questa decisione non è stata presa a cuor leggero. Abbiamo deciso tutti insieme mettendo davanti il bene del club. Capiamo la frustrazione dei tifosi, negli ultimi tempi abbiamo avuto delle difficoltà ma stiamo facendo un viaggio in una realtà che non possiamo ignorare. Abbiamo dovuto salvare un club dal fallimento e avremmo potuto retrocedere come successo al Parma e alla Fiorentina in passato. Abbiamo dovuto affrontare delle difficoltà economiche che ci hanno portato fuori dall’Europa e abbiamo dovuto chiarire questa situazione. Dovremo essere pazienti, faremo altri errori, ma voglio assicurarvi che siamo determinati a riportare la nostra squadra al suo vero livello, grande come è stato in passato. Commetteremo degli errori e li correggeremo in modo onesto. Il nostro compito è ambizioso, come la nostra volontà di investire in uno stadio da 1,2 miliardi di euro. Lo scopo è dare delle fondamenta solide per competere nel mondo come un team di prim’ordine a livello internazionale. Il sentiero è difficile ma troveremo il modo di farcela. Abbiamo una squadra che ha partecipato e ha segnato nella prima partita del campionato e sappiamo che questo non è abbastanza. Abbiamo fatto degli investimenti in estate e siamo uno dei principali investitori nel mondo. I nostri nuovi acquisti verranno mostrati ai tifosi e tutti capiranno cosa abbiamo fatto. Solo 4 punti ci dividono dalle prime posizioni, la strada è lunga ma c’è tempo per correggere la rotta. Abbiamo preso con noi un mister esperto che possa migliorare le nostre prestazioni oltre che crescere i giovani“.

Foto: twitter Milan