Ultimo aggiornamento: martedi' 25 febbraio 2020 22:55

Gasperini: “Primo tempo straordinario, il ko con la Spal ha lasciato il segno. Per Ilicic parla il campo. Valencia? Ci penseremo”

25.01.2020 | 22:57

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha parlato dopo il successo con il Torino ai microfoni di DAZN: “Devo dire che è stato un primo tempo straordinario. Questa sconfitta subita lunedì in casa con la Spal ha lasciato indubbiamente il segno, i ragazzi volevano fare una prestazione importante. Nel secondo tempo, queste partite non sai mai come interpretare, non è mai facile trovare la via di mezzo. Il Torino nella ripresa ha avuto le uniche occasioni per segnare. Poi c’è stato il quarto e quinto gol in un momento e la partita poi si è accesa nel finale”.

Il gol di Gosens?
“In effetti ha fatto altri gol simili. Noi prepariamo molto i calci piazzati. Prima erano un punto di forza, ora non riusciamo a segnare su palla inattiva ma poi facciamo questo tipo di gol”.

Come migliorare ancora questa squadra?
“Non è facile per noi esprimerci con continuità, credo che lo stiamo facendo molto bene. Siamo in una posizione molto alta di classifica e se giocassimo sempre così saremo al fianco delle primissime. Qualche volta, e non sono tante, ci capita di non riuscire ad esprimerci o abbiamo un calo fisico. Non capita spesso. Con l’Inter abbiamo fatto una grande partita. Se Muriel avesse segnato quel rigore invece di quello di questa sera sarebbe stato meglio”.

Come ti stai avvicinando alla gara col Valencia?
“Fino adesso non ci abbiamo pensato. Anche loro hanno avuto un po’ di alti e bassi e oggi ha battuto il Barcellona. Quella partita sarà un appuntamento fondamentale. La gara di Milano la aspettiamo, abbiamo ancora qualche partita che ci toglie un po’ di attenzione sul Valencia”.

Zapata?
“Adesso che è rientrato e sta bene sarà un rinforzo enorme”.

La crescita di Ilicic?
“Parla il campo. E’ determinante in zona gol, sia come realizzatore che come continuo riferimento del gioco. Diventa difficile per gli avversari prendere le misue a lui e al Papu. Però non posso non elogiare la squadra”.

Foto: Atalanta sito ufficiale