Ultimo aggiornamento: sabato 17 agosto 2019 12:40

Gasperini preoccupato: “Dobbiamo rivedere la difesa, Skrtel aiuta ma non risolve il problema”

12.08.2019 | 12:12

La sconfitta per 4-1 contro il Getafe è un duro colpo per l’Atalanta, ma per Gasperini era esattamente ciò che serviva ai suoi ragazzi. Un richiamo alla massima attenzione soprattutto in fase difensiva. Queste le parole del tecnico nerazzurro alla Gazzetta dello Sport: “Col Getafe abbiamo preso una musata ed è un bene: dopo la sbornia dell’anno scorso avevamo e abbiamo bisogno di non pensare che sarà tutto facile. Il problema non è stato nelle gambe, si sono dimostrati più avanti di noi sotto l’aspetto organizzativo. Non c’è stata la giusta concentrazione su tutti quattro i gol subìti, ed è un segnale: significa che siamo stati poco predisposti a difendere. Tre giocatori tagliati fuori dalla fase difensiva non possiamo permetterceli: non può nessuno, non ce lo siamo mai permessi noi. Giocando così, era intuibile il rischio che tutto il peso di un certo atteggiamento ricadesse sulla difesa. Che poi diventa colpevole anche quando non lo è. Dobbiamo rivedere in quanti difendiamo.  Per caratteristiche, i nostri tre davanti sono giocatori molto offensivi: così rischi di perdere aggressività a centrocampo, le giuste distanze. Non sempre l’anno scorso abbiamo potuto mettere tre giocatori offensivi: a volte sceglievo Pasalic, o Papu si alternava con Ilicic, o non giocava Zapata. Skrtel ha grande esperienza, ha giocato ad alti livelli: uno così ti può dare una mano, ma non risolve un problema. E poi quando arrivano giocatori nuovi bisogna verificare anche la loro condizione“.

Foto: twitter ufficiale Atalanta