Ultimo aggiornamento: domenica 18 agosto 2019 00:30

Gasperini: “Ci aspettano due giornate decisive. Sul futuro…”

18.05.2019 | 14:20

Il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’importante impegno di campionato in casa della Juventus. Questi i passaggi principali delle sue dichiarazioni: “Ora non pensiamo alla Coppa Italia, ci aspettano due giornate decisive. Psicologicamente siamo usciti stravincitori dall’ultima gara, abbiamo ancora più voglia di buttarci sul campionato. Noi abbiamo altri traguardi, per la Lazio, invece, era l’ultima chance. Domani l’impegno è molto difficile perché andremo in casa di una Juve che ha stravinto il campionato e che si prepara alla festa. Sappiamo che il risultato sarà importante perché in caso di vittoria avremmo la certezza matematica della Champions. Per quanto riguarda la formazione, non ci sarà Palomino. Uno tra Mancini e Hateboer potrebbe sostituirlo. A centrocampo l’alternativa è Pasalic mentre sugli esterni vediamo con Gosens. Futuro? Ho già parlato con Percassi, dobbiamo fare il massimo fino alla fine della stagione, poi faremo il punto. Non farò mai niente senza aver prima sentito il Presidente. Coppa Italia o Champions? Non abbiamo mai fatto distinzioni e abbiamo dato sempre il massimo. Sotto certi profili, la Champions è più importante. Se dovesse accadere, l’Atalanta andrebbe in quarta fascia e sfiderebbe le migliori d’Europa come Barcellona e Real Madrid. Gli scenari sono tanti, anche dal punto di vista economico. La Coppa Italia è un trofeo, ma ci è sfuggito”.

 

Foto: twitter ufficiale Atalanta