Ultimo aggiornamento: martedi' 19 november 2019 15:27

FORZA FISICA E SENSO DEL GOL: KULUSEVSKI, UN JOLLY A CENTROCAMPO PER IL PARMA

18.07.2019 | 13:35

Il Parma pesca in casa Atalanta. Non solo l’attaccante Andreas Kornelius, il club gialloblù ha ufficializzato anche l’arrivo di un altro elemento della Dea che va ad arricchire la rosa di D’Aversa: si tratta di Dejan Kulusevski, centrocampista svedese, 19 anni, che approda in Emilia in prestito dai bergamaschi. Un profilo dalle indiscusse qualità, grande protagonista nella passata stagione con la maglia della Dea, con la quale ha vinto lo scudetto Primavera.

Classe 2000, nato a Stoccolma da genitori di origini macedoni, Dejan Kulusevski si appassiona fin da bambino al mondo del calcio, anche grazie a sua sorella maggiore. Entra subito a far parte del settore giovanile del Brommapojkarma, una delle più importanti società a livello giovanile di tutta la Svezia. Lo stesso Kulusevski in un’intervista ha svelato che per i soli classe 2000 c’erano ben 22 squadre ma lui è stato promosso nella prima dopo un breve periodo. Prima difensore, ora centrocampista, ma sempre con il gol nel Dna: due anni fa siglò ben 17 reti con l’Under 17 dell’Atalanta perdendo in finale contro l’Inter. La Dea lo ha acquistato nel 2016 dopo averlo scoperto durante un torneo estivo, convincendolo a firmare. A Zingonia cresce rapidamente, migliora giorno dopo giorno, diventando prima un elemento chiave della Primavera nerazzurra e poi ritagliandosi un spazio anche alla corte di Gasperini.

Dejan Kulusevski è un centrocampista dalle attitudini prettamente offensive, che può giocare anche da esterno offensivo. Potente, in possesso di una notevole accelerazione palla al piede, ha una buona qualità tecnica che gli consente di mettere a segno un buon numero di reti e assist. Ha un buon dribbling, che sfrutta soprattutto quando ha campo davanti a sé e ha grandi capacità balistiche, che gli consentono di essere pericoloso dalla media-lunga distanza. E’ in possesso anche una discreta visione di gioco, non è così raro vederlo effettuare degli interessanti cambi di gioco. Kulusevski è un giocatore molto duttile: può fare la mezzala con caratteristiche offensive di un 4-3-3, il trequartista incursore di un 4-2-3-1, un ruolo che interpreta molto bene e l’esterno offensivo sia di destra che si sinistra, posizione che ha ricoperto spesso anche con le nazionali svedesi. Le ottime qualità di palleggiatore lo rendono importante nella fase di costruzione di gioco e di finalizzazione. La sua storia racconta il senso fiuto sotto porta, caratteristica che lo rende una costante minaccia per le difese avversarie. Il suo presente si chiama Parma, che potrà contare sulle qualità di Kulusevski nella prossima stagione, un’arma importante a disposizione di D’Aversa.

 

Foto: Twitter ufficiale Atalanta