Ultimo aggiornamento: venerdi' 23 agosto 2019 00:45

Foggia, il comunicato sugli attentati: “Comportamenti meschini, non è calcio”

10.03.2019 | 15:17

Ore difficili a Foggia. Dopo la sconfitta nel derby contro il Lecce, c’è stata un’autentica notte folle per le vie della città dove sono stati presi di mira i proprietari del club e i giocatori Iemmello e Busellato. Tramite una nota, comparsa sul sito ufficiale, il Foggia ha voluto denunciare gli attacchi subiti nella notte: “La società Foggia Calcio e la Famiglia Sannella esprimono tutto il proprio sdegno per i vili attentati subiti nella notte di ieri. Comportamenti meschini che nulla hanno a che vedere con il Calcio e con il tifo, ed il cui unico risultato è stato quello di infangare l’immagine di una intera comunità. Sono sotto gli occhi di tutti gli enormi sforzi economici fatti dalla Famiglia Sannella per sostenere questa Città e la sua squadra. Sforzi che non possono essere certo ignorati per le difficoltà del momento, al cui superamento la famiglia Sannella è quotidianamente impegnata con la passione e l’impegno di sempre. Da qui l’invito ai tifosi, quelli veri, a stringersi ora più che mai intorno alla squadra e ai suoi colori, certi che, remando dalla stessa parte, riusciremo a non darla vinta a chi ieri ha provato a farci del male”. Come se non bastasse nelle ultime ore è stato anche esonerato il tecnico Padalino.

Foto: Sito Foggia