Ferrero

Ferrero, la Samp non è un Grande Albergo e merita di più. Tra Osti e Sabatini…

La Samp è diventata un Grande Albergo. Funziona così: esce qualcuno a 30 milioni, ne entra uno a 7-8. Così non è il massimo, anche perché dall’inizio dell’attuale sessione di mercato ha vinto la confusione. Massimo Ferrero ha sempre un gesto sgarbato per chiunque, ma dovrebbe soprattutto intuire che la Samp non può essere soprattutto un Grande Albergo dove (quasi) ogni giorno ci sono soltanto cessioni e operazioni troppo sbilanciate su quanto devi incassare piuttosto che su quanto devi spendere. La presenza dell’avvocato Romei è ininfluente, anzi spesso crea confusione. Ferrero costruisse una squadra forte, ma forte davvero: ha incassato tanto nell’ultimo periodo, ora si dovrebbe pensare unicamente alle entrate e allo zoccolo duro da rinsaldare. Prolunghi il contratto a Quagliarella, ci manca soltanto che vada via lui dopo Zapata. Sinceramente, tra Osti e Sabatini, due direttori sportivi sono troppi: con l’aria che tira ne basterebbe mezzo. E l’arrivo di Sabatini – grandi idee sì – dovrebbe comunque giustificare investimenti superiori piuttosto che un ridimensionamento così chiaro. Che il popolo Samp, abituato a ben altro, sinceramente non merita.

 

Foto: sito ufficiale Sampdoria

Archivio: Calciomercato