Ultimo aggiornamento: giovedi' 19 settembre 2019 12:55

FANTASIA E ASSIST A VALANGA: JONY, LA PERLA ASTURIANA CHE HA STREGATO LA LAZIO

13.06.2019 | 13:20

Lavori in corso in casa Lazio. Uno dei nomi caldi per il mercato biancoceleste – come vi abbiamo raccontato – è quello di Jonathan Rodriguez Menendez, meglio noto come Jony. L’esterno spagnolo classe ’91 ha giocato nell’ultima stagione al Deportivo Alaves, in prestito dal Malaga, ed è esploso definitivamente segnando 4 gol e 11 assist. E negli ultimi giorni la Lazio è uscita allo scoperto, al punto che il diretto interessato ha già dato la sua totale disponibilità al trasferimento nella Capitale. Ora il club di Lotito dovrà perfezionare gli accordi con il Malaga, proprietario del cartellino, ma la volontà di Jony, desideroso di provare una nuova esperienza e volare alla corte di Simone Inzaghi, può fare la differenza.

Nato a Cangas de Narcea il 9 luglio 1991, Jony cresce calcisticamente tra Real Oviedo e Barcellona, per poi passare al Marino de Luanco nell’estate del 2011. Con il club asturiano inizia la sua gavetta nella terza serie spagnola, che poi prosegue nelle stagioni successive con la seconda squadra del Getafe e con il Real Aviles. Nel 2013 si trasferisce allo Sporting Gijon, venendo aggregato inizialmente alla formazione B: qui Jony mostra tutte le sue potenzialità, totalizzando otto gol e tre assist in 31 partite. Numeri che, nel finale di stagione, gli valgono l’esordio in prima squadra. Un anno dopo i biancorossi tornano nel massimo campionato spagnolo, con Jony che contribuisce sensibilmente alla promozione degli asturiani. Alla sua prima stagione in Liga, l’esterno offensivo mette a segno sette reti in 41 partite, fornendo ben 10 assist vincenti. Confermato a Gijon, nella stagione 2015/16 si conferma più efficace in rifinitura che in zona gol, collezionando cinque marcature e nove assist. Numeri importanti per la salvezza della sua squadra. Il brillante rendimento personale gli vale la chiamata del Malaga nell’estate del 2016: primo anno sotto tono con 24 presenze, due gol e un assist. Ancora più difficile sul piano del minutaggio è la stagione successiva, tanto che l’esterno offensivo torna in prestito allo Sporting Gijon nel gennaio del 2018. Con i biancorossi retrocessi nuovamente in Segunda Division, negli ultimi mesi stagionali contribuisce con cinque reti e quattro assist alla conquista dei playoff. Terminata la stagione, il Malaga decide di non dare nuova fiducia a Jony, ceduto nuovamente in prestito ma all’Alaves. Con la compagine basca disputa la migliore annata (quella appena conclusa) della sua carriera, risultando con 11 passaggi vincenti il terzo miglior assist man della Liga dopo Messi e Sarabia. Una stagione che non passa inosservata, soprattutto in Italia: la Lazio piomba su di lui e lo individua come l’esterno giusto da regalare a Simone Inzaghi.

Come conferma la sua carriera, Jony è un esterno dotato di grande qualità e duttilità: può giocare sia come ala che come esterno di centrocampo, consentendo al proprio allenatore di schierare più sistemi di gioco. Mancino naturale, solitamente gioca sulla fascia sinistra, ma si destreggia molto bene anche nell’altra corsia. Ma non solo: le sue incredibili doti in fase di rifinitura lo rendono una pedina importante anche sulla trequarti, posizione dove può sprigionare la sua fantasia. Jony, infatti, è particolarmente abile nel mettere i compagni in condizione di segnare, con ben 40 assist vincenti totalizzati nel corso della sua carriera (addirittura 21 passaggi vincenti in 101 presenze in Liga). Anche se non è un velocista puro, il classe ’91 riesce spesso a saltare l’uomo e creare superiorità numerica nelle zone nevralgiche del campo. Insomma, il talento c’è: la Lazio se n’è accorta e ora vuole andare fino in fondo per assicurarsi le prestazioni della perla asturiana Jony.

 

Foto: Twitter ufficiale Alaves