Ultimo aggiornamento: domenica 07 marzo 2021 00:25

Europa League: oggi in campo Lazio, Atalanta e Milan. Le ultime sulle probabili formazioni

23.11.2017 | 00:15

Andiamo a vedere le probabili formazioni dei tre match, validi per la quinta giornata della fase a gironi di Europa League, che vedranno impegnate oggi le nostre tre rappresentanti, orari evidenziati in grassetto.

LAZIO-VITESSE, ore 19.00

La prima italiana a scendere in campo sarà la Lazio, già certa di qualificazione e primo posto, contro un Vitesse sostanzialmente fuori dai giochi. Simone Inzaghi ricorrerà in maniera massiccia al turnover, in porta ci sarà Vargic, nel terzetto difensivo occasioni per Luiz Felipe e Patric, mentre come esterno destro si rivedrà Basta. Chance a centrocampo per i giovani Murgia e Crecco, in avanti dovrebbe toccare a Nani e Palombi, stante l’assenza dell’infortunato Caicedo. Per quanto riguarda la compagine olandese, Fraser si aggrappa a Rashica e Matavz e non potrà disporre dello squalificato Buttner: sulla corsia sinistra della linea a quattro difensiva dovrebbe agire Faye.

LAZIO (3-5-1-1): Vargic; Patric, Luiz Felipe, Bastos; Basta, Murgia, Parolo (Luis Alberto), Crecco, Lukaku; Nani; Palombi. All.: Inzaghi

VITESSE (4-3-3): Pasveer; Dabo, Kashia, Miazga, Faye; Mount, Serero, Foors; Rashica, Matavz, Linssen. All.: Fraser

 

EVERTON-ATALANTA, ore 21.05

Alla Dea basta un punto contro il già eliminato Everton, grande delusione del girone, per staccare il pass per i sedicesimi di finale, al ritorno sul palcoscenico europeo dopo ben 21 anni di assenza. Saranno in tremila i tifosi orobici sugli spalti di Goodison Park, con la concreta speranza di poter festeggiare al triplice fischio. Gian Piero Gasperini deve fare a meno di Spinazzola, ha recuperato Caldara ma la presenza del gioiello al centro della difesa è tutta da verificare, allertato Palomino. Il compito di pungere sarà affidato al tandem Gomez-Petagna, alle loro spalle Ilicic, Kurtic e Cristante si giocano una maglia con l’italiano favorito. Unsworth, tecnico ad interim degli inglesi che non hanno ancora scelto l’erede di Koeman, non può contare tra gli altri sullo squalificato Schneiderlin, sui lungodegenti Barkley, Coleman e Bolasie e su Niasse, non inserito in lista Uefa. Undici non facilmente decifrabile, possibile l’impiego last minute di diverse seconde linee.

EVERTON (4-2-3-1): Pickford; Holgate, Keane, Williams, Martina; Besic, Davies; Lookman, Klaassen, Sigurdsson; Calvert-Lewin. All.: Unsworth

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino (Caldrara), Masiello; Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne; Cristante; Gomez, Petagna. All.: Gasperini

 

 

MILAN-AUSTRIA VIENNA, ore 21.05

I rossoneri vogliono chiudere stasera il discorso qualificazione, possibilmente convincendo dopo le due recite non esaltanti contro l’Aek Atene, al di là del rendimento deficitario in campionato. Gli austriaci però sono ancora in lotta per il secondo posto nel girone e faranno di tutto per vendere cara la pelle, anche se il nettissimo 5-1 maturato all’andata ha evidenziato l’enorme gap tra le due contendenti. Vincenzo Montella non ha convocato gli acciaccati Suso, Romagnoli e Abate, il lungodegente Conti e l’infortunato Calabria, oltre ai vari Paletta e Mauri. In avanti dovrebbe toccare ancora al tandem di coppa Cutrone-André Silva, con Borini sempre largo a destra e il rilancio di Calhanoglu.  Thorstern Fink si aggrappa a Friesenbichler, che sarà verosimilmente supportato dal terzetto composto da Pires, Tajour e Prokop.

MILAN (3-5-2): G. Donnarumma; Zapata, Bonucci, Musacchio; Borini, Kessie, Biglia, Calhanoglu, Rodriguez; André Silva, Cutrone. All.: Montella

AUSTRIA VIENNA: (4-2-3-1): Pentz; Gluhakovic, Kadiri, Borkovic, Salamon; Serbest, Holzhauser; Tajouri, Prokop, Pires; Friesenbichler. All.: Fink