Ultimo aggiornamento: martedi' 26 gennaio 2021 21:34

Europa League: Atalanta-Milan-Lazio, a voi. Le ultime sulle probabili formazioni

13.09.2017 | 23:45

Esaurita la prima due giorni di Champions, sta per arrivare il giovedì che come sempre fa rima con Europa League. Tre le italiane partecipanti: ad Atalanta e Lazio, qualificatesi direttamente via campionato, si è aggiunto ad agosto il Milan dopo aver superato in scioltezza terzo turno preliminare e playoff. Di seguito le probabili formazioni dei tre match in questione, con gli orari evidenziati in grassetto.

ATALANTA-EVERTON, ore 19

La Dea si riaffaccia sul palcoscenico europeo dopo ben 21 anni di assenza, a tenere a battesimo la formazione di Gasperini, nella cornice del Mapei Stadium di Reggio Emilia, sarà il danaroso Everton, tradizionale settima sorella (la più povera) d’Inghilterra partita però male in Premier (appena 4 punti in 4 partite). Per quanto riguarda i Toffees, Ronald Koeman si trascinerà fino all’ultimo il dubbio legato al figliol prodigo Rooney, tra l’altro reduce dall’ennesima disavventura fuori campo. Ad ogni modo, negli ultimi 25 metri, la batteria di trequartisti, esterni e attaccante dà le più ampie garanzie, potendo ‘Rambo’ pescare tra lo stesso Wayne, Sandro Ramirez, Sigurdsson, Vlasic, Calvert-Lewin e Mirallas. Assenti gli infortunati Bolasie, Coleman, Barkley e Funes Mori. In casa Atalanta, il Gasp non può contare su Spinazzola, Gosens e Ilicic, a centrocampo Cristante favorito su De Roon, in attacco dovrebbe rivedersi Petagna.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, Cristante (De Roon), Freuler, Castagne; Kurtic; Petagna, Gomez. All.: Gasperini

 

EVERTON (3-4-2-1): Pickford; Keane, Williams, Jagielka; Holgate, Gueye, Schneiderlin, Baines; Calvert-Lewin, Klaassen; Rooney (Sandro Ramirez). All.: Koeman

 

 

AUSTRIA VIENNA-MILAN, ore 19

Dopo aver strappato il pass per la fase a gironi, sulla pelle di Craiova e Shkendija, il Milan alla prima giornata è di scena al Prater di Vienna contro l’Austria, attuale terza forza della Tipico Bundesliga ma già a meno 7 dalla capolista Sturm Graz. Non convocati Conti, Rodriguez, Borini, Mauri e il solito Paletta. Vincenzo Montella ha preannunciato il passaggio alla difesa a tre, nella quale si rivedrà Romagnoli, ormai pienamente recuperato. In avanti dovrebbe scoccare l’ora del tandem André Silva-Kalinic, per quanto il tecnico rossonero abbia provato anche Suso come seconda punta del 3-5-2, modulo che sulla carta non si sposa appieno con le caratteristiche del talentuoso spagnolo. Tra i padroni di casa andrà tenuto d’occhio soprattutto il brasiliano Felipe Pires, fiore all’occhiello della squadra allenata da Thorsten Fink.

AUSTRIA VIENNA (4-1-4-1): Handzikic; De Paula, Kadiri, Westermann, Martschinko; Serbest; Tajouri, Holzhauser, Prokop, Pires; Monschein. All. Fink

 

MILAN (3-5-2): Donnarumma; Zapata, Bonucci, Romagnoli; Abate, Kessiè, Biglia, Calhanoglu, Antonelli; Kalinic, André Silva. All.: Montella

 

VITESSE-LAZIO, ore 21.05

L’ultima italiana a scendere in campo sarà la Lazio, di scena in prima serata al GelreDome di Arnhem contro il Vitesse, società amica-satellite del Chelsea che attualmente occupa la seconda posizione in Eredivisie, con 9 punti in quattro giornate, unitamente a Psv, Ajax, Az Alkmaar e Utrecht. Simone Inzaghi, sempre privo di Wallace, Felipe Anderson e Nani, ricorrerà in maniera massiccia al turnover e potrebbe arretrare Lucas Leiva in difesa, con Di Gennaro che a quel punto esordirebbe in cabina di regia, Marusic e Lukaku a presidio delle corsie nel centrocampo a cinque. Al centro dell’attacco, supportato da Luis Alberto, ci sarà con ogni probabilità Caicedo per far rifiatare il totem Ciro Immobile. Probabile chance per Murgia, ci sarà Parolo squalificato in campionato.

VITESSE (4-3-3): Pasveer; Dato, Kashia, Kruiswijk, Buttner; Bruns, Serero, Foor; Rashica, Matavz, Linssen. All.: Fraser

 

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, Lucas Leiva, Luiz Felipe (De Vrij); Marusic, Parolo, Di Gennaro, Murgia, Lukaku; Luis Alberto; Caicedo. All.: Inzaghi